Non c’è pace per la vincitrice dei 500 mila euro

Quella che doveva essere solo una bella vincita di 500 mila euro continua a rivelarsi un susseguirsi di problemi. La 69enne può incassare la vincita ma i guai ancora non sono finiti.

Edicola punto vendita
Punto vendita (foto da Pixabay)

La signora di 69 anni che con un gratta e vinci si è aggiudicata la somma di 500 mila euro ha dovuto passare non poche peripezie per intascare la somma.

Come prima cosa si è vista rubare il biglietto da un tabaccaio, Gaetano Scutellaro. In seguito, grazie all’intervento dell’Agenzia delle Accise, delle Dogane e Monopoli, dei Carabinieri, dell’autorità giudiziaria e del concessionario Lotterie Nazionali Srl, il biglietto vincente le è stato restituito.

Tutta l’operazione è stata condotta dalle autorità con un occhio di simpatia per la signora vincitrice del premio. La quale avrebbe dichiarato che il suo desiderio era quello di distribuire la somma tra i suoi famigliari e poi regalarsi una vacanza. Di conseguenza la sua vita non sarebbe cambiata di molto, ma purtroppo gli eventi legati a questa vicenda sembrano non essere ancora terminati e la fortunata forse non può essere più appellata come tale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Pochi soldi, troppe spese. Ecco una tecnica per arrivare a fine mese e risparmiare!

Le disavventure continuano

Euro
Euro (foto da Pixabay)

A quanto sembra non sono ancora finite le disavventure per la signora del Gratta e Vinci di Napoli. Mentre il tabaccaio che le aveva sottratto il biglietto al momento è detenuto presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere e cerca di passare come affetto da una grave patologia, lei sembra non trovare pace.

Infatti si è vista costretta a lasciare la sua casa e il quartiere di Napoli, Materdei, dove ha sempre vissuto. Si è allontanata con la speranza che si plachino le acque e che tutta la faccenda che la riguarda finisca nel dimenticatoio.

LEGGI ANCHE ->Richiesta l’eliminazione delle banconote da 500 euro

Il pensiero dei suoi cari e la sua preoccupazione sembrano riguardare la possibilità di ricevere ricatti per ottenere una parte dei soldi.

Attualmente le persone della famiglia che tengono a lei le sono vicino proteggendola con il silenzio e gli avvocati, in attesa che le autorità competenti continuino con il loro lavoro e permettano alla signora di godere della sua vincita.