Monete che valgono una fortuna. Una vecchia gloria delle lire che potrebbe cambiarvi la vita

Per la serie “monete che valgono una fortuna”, vi proponiamo un pezzo storico del precedente conio, la lira, che oggi ha un valore sbalorditivo

Lira italiana 5 lire uva
Lira italiana – Foto da Pixabay

Pensate un attimo a cosa possa aver significato l’introduzione dell’euro per l’Europa unita: ha facilitato gli scambi tra i paesi e ha reso più semplice il confronto di prezzi tra di essi, rendendoli più stabili; ha comportato una maggiore stabilità e crescita economica, ha sicuramente dato più incisività al vecchio continente nel mercato internazionale e, inoltre, ha contribuito a formare una comune identità europea.

LEGGI ANCHE -> Ricordi il gettone telefonico? Oggi il suo valore è ben diverso: un autentico tesoro

Tuttavia, esistono ancora numerosi nostalgici del precedente conio, la lira, che seppur in disuso dal lontano 28 febbraio 2002, può regalare ancora qualche soddisfazione. Andate a rovistare nei vecchi salvadanai. Se siete in possesso di questo pezzo raro potreste custodire una fortuna.

Monete che valgono una fortuna: le 5 lire Uva del 1946

5 Lire Uva 1946 monete fortuna
5 Lire Uva 1946 – Foto dal web

Tra i pezzi rari e di grande pregio della compianta Lira ci sono le monete 5 Lire Uva del 1946. Il valore storico di questi oggetti è inestimabile poiché furono le prime ad essere state prodotte dalla Zecca dello Stato Italiano divenuto Repubblica all’indomani della fine della Seconda Guerra Mondiale.

Furono coniate, infatti, dal 1946 al 1950 in Italma, una particolare lega il cui nome deriva da Italiano Alluminio Magnesio.

Come si presentano le 5 lire Uva 1946? Hanno un diametro di 26,90 mm, pesano 2,50 gr e uno spessore di 2,10 mm. Il lato dritto raffigura una testa mulierbe rivolta verso destra con una fiaccola tra le mani. Presente la scritta: REPVBBLICA ITALIANA e i nomi degli autori: G.ROMAGNOLI e P.GIAMPAOLI. Sul rovescio, invece, è inciso un grappolo d’uva che dà il nome alla moneta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Monete da 2 euro rare, queste qui vi renderanno ricchi

Il valore di queste monete non è univoco, varia in base alle edizioni delle diverse annate. Oltre alla rarità, è sempre importante considerare lo stato di conservazione.

Le 5 Lire Uva 1946 hanno una valutazione che può andare dai 200 agli 800 euro, arrivando addirittura a 1.500 euro per un Fior di Conio. Valore maggiore quelle del 1947 che hanno una tiratura minore: fino a 1.650 euro al pezzo. Dal 1948 al 1950 la valutazione precipita: un Fior di conio vale 50 euro odierne.