In vendita moneta regno d’Italia del 1897: quanto costa

Moneta regno d’Italia risalente alla fine del XIX secolo: una affare per i collezionisti. Il prezzo è molto conveniente

Moneta regno d'Italia
Retro moneta regno d’Italia Umberto I (screen)

Potrebbe essere una grande opportunità per gli appassionati di numismatica. Una moneta come poche, da conservare per vezzo o come investimento, mettere in cassaforte per chissà quanti anni e un giorno rivenderla come le procedure prevedono.

Un piano per sé o per i suoi, figli e nipoti, un riserva da tenere gelosamente e far passare quanto più tempo è possibile, ricavando una grande cifra quanto è giunto il momento giusto.

Presso la Numismatica Ranieri di Bologna è in vendita una moneta del Regno d’Italia coniata nel 1897 raffigurante il sovrano del tempo, Umberto I di Savoia, il re ucciso dall’anarchico Gaetano Bresci a Monza nell’estate del 1900.

Moneta regno d’Italia con Umberto I: la descrizione

Non c’è bisogno di recarsi di persona nel capoluogo emiliano poiché è possibile comprarla anche online. La moneta ha il valore nominale di 20 lire, sul lato dritto la testa del re rivolta verso sinistra mentre dall’altra parte c’è lo stemma sabaudo. Culla croce la corona con il collare dell’Annunziata: attorno due rami, uno di alloro e un altro di quercia, legati in basso da un fiocco. In alto al centro una stella raggiante; in basso, sposatata sul lato sinistro, la R segno della zecca di Roma.

Il prezzo? Non pochi spiccioli ma neanche una cifra proibitiva. Anzi, forse è bassa per chi va alla ricerca di monete vecchie di secoli ed è disposto ad investire: 500 euro.

Sul web sono tante le monete che vengono vendute, spesso dal valore nominale bassissimo ma che per errori di conio (o presunti) il prezzo schizza alle stelle. È il caso della moneta da 50 centesimi con Marco Aurelio ma in generale bisogna sempre fare molta attenzione.

Non è difficile imbattersi in falsi e truffw, manomissioni per far salire il prezzo della moneta (commettendo in tal caso anche un reato). Non è il caso ovviamente di un’azienda come la Ranieri che su richiesta del cliente e senza nessun costo aggiuntivo viene consegnata anche una scheda tecnica sottoscritta dall’azienda stessa che garantisce l’autenticità.