Gratta e Vinci, il colpo grosso del Primo Maggio: arriva una vincita record

La Festa del Primo Maggio ha regalato un sogno ad occhi aperti ad un lavoratore del Nord Italia, ecco cosa è successo comprando un Gratta e Vinci del concorso Il Miliardario

Gratta e Vinci
Gratta e Vinci (Foto Facebook)

La Festa dei Lavoratori del 1 maggio, appena trascorsa, ha regalato un sogno incredibile ad un operaio che vive nel Nord Italia. Ecco cosa è successo nella tarda mattinata di domenica. Partiamo dal luogo; i fatti si sono svolti a Torre Pedrera centro di poco più di 2000 abitanti in Provincia di Rimini. Parliamo per la precisione di un centro balneare a meno di sette chilometri dal capoluogo.

E nello specifico nella tabaccheria del signor Cristian Cerioni in Via San Salvador sul Lungomare Adriatico. E’ domenica mattina, è festa ed il sole già è quasi estivo quando un cliente abituale, un operaio residente in zona, si reca nella tabaccheria per comprare “il solito”.

“Il solito” è composto da un pacchetto di sigarette Marlboro e da un Gratta e Vinci da 3 euro. Ma stavolta l’operaio romagnolo decide di “investire” due euro in più e compra un tagliando del concorso istantaneo Il Miliardario.

Il lavoratore, in compagnia del figlio, esce dal locale, si incammina sul lungomare di Torre Pedrera e si siede su una panchina al sole. Compulsa il cellulare, fuma una sigaretta e poi estrae il tagliando del Gratta e Vinci Il Miliardario da una tasca. E con una moneta da 50 centesimi compie un gesto per lui usuale.

Gratta via la patina dai singoli numeri finché non completa l’operazione. E qui arriva la clamorosa sorpresa.

Vince 300.000 euro con un Gratta e Vinci da 5

Il biglietto vincente
Il biglietto vincente (Foto Twitter)

Dopo pochi minuti, spiega ad un giornale locale il titolare della tabaccheria, “E’ tornato qui tutto rosso in volto”. Era accaduto l’impensabile. L’operaio con il Gratta e Vinci Il Miliardario aveva appena vinto 300.000 euro. Uno dei premi più alti dello specifico concorso della lotteria istantanea la cui vincita top è di mezzo milione euro.

Ma l’operaio riminese “Se ne farà una ragione” prosegue divertito un avventore della tabaccheria consapevole di conoscere il vincitore. Il cui nome che, per motivi di privacy, non renderà noto. “E’ stato lui a chiederci di non fare il suo nome – sottolinea Cerioni – e rispetteremo la sua volontà”.

Divertente un dettaglio che Cerioni rivela al quotidiano locale. “Non ha detto subito la cifra vinta”, se ne è reso conto lo stesso titolare, alla guida della tabaccheria dal 1999, esclamando un proverbiale: “E che caz…”. Il tutto davanti al figlio che ha assistito emozionatissimo alla scena.

Il fortunato operaio, un uomo di 45 anni, dopo aver espletato le funzioni burocratiche è uscito dal locale di Via San Salvador ed è andato a prendere tutta la famiglia. Poi è tornato nel locale per festeggiare la vincita, ringraziare il tabaccaio e fare la proverbiale foto ricordo. Foto che però resterà celata nel suo cellulare.

Quella di domenica 1 maggio 2022 è probabilmente la vincita più grande mai centrata in zona, di certo la prima in assoluto della tabaccheria sotto la gestione del signor Cerioni.