SuperEnalotto, record di 6 in un’estrazione: un caso unico

SuperEnalotto, continua la ricerca del primo premio ma c’è stata una vincita molto particolare nella storia del concorso

SuperEnalotto
AnsaFoto

Sale ancora la febbre in Italia per il SuperEnalotto. Il gioco più redditizio ha raggiunto il montepremi vicino al record assoluto. Neanche nell’ultima estrazione, quella di sabato 7 maggio, sono stati centrati i 6 numeri che avrebbero regalato quasi 200 milioni di euro.

Ora, per l’estrazione di martedì 10 maggio, sono in palio 201 milioni e 400mila. Ciò significa che se il 6 resterà ancora nascosto, il jackpot continuerà a salire guardando alla soglia di 209 milioni. Ad oggi è la cifra più alta vinta ed è successo nell’agosto 2019 a Lodi.

Nell’ultima estrazione, come detto, non c’è stato nessun 6 ma neanche il 5+1, il secondo premio più alto. Chi ha vinto di più sono state le tre persone che hanno indovinato il 5 e che si sono portati a casa 91.479,35 euro.

SuperEnalotto, il caso di tredici anni fa

L’ultima volta che è stato registrato il 6 è accaduto il 22 maggio 2021, un anno fa, a Montappone, in provincia di Fermo: ben 156 milioni vinti ma non sono mancati addirittura episodi dove i 6 sono stati più di uno in un’unica estrazione.

È successo il 31 gennaio 2009. L’estrazione di quella sera ha regalato al 67.947.183,69 euro e al 5+ 1499.459,58. Una cifra “bassa” rispetto a quella in palio nelle ultime settimane, ma è straordinario il numero dei vincitori. Sono stati ben cinque gli scommettitori che hanno centrato il primo premio e due quelli che hanno vinto con il 5+1.

I premi in quell’occasione sono andati un po’ in tutta Italia. Le cinque schedine vincenti con il 6 sono state giocate a Mondovì, in provincia di Cuneo, a Forte dei Marmi nel Lucchese e a Montesilvano, vicino Pescara. Vittorie anche a Monerbio, in provincia di Bologna, e a Rovigo.

In quell’estrazione a sorridere di più è stata certamente la provincia di Cuneo perché oltre al 6 c’è stato anche il 5+1 a Saluzzo mentre l’altro è andato a Gallipoli, nel Salento.

Un gioco strano quello del SuperEnalotto, tutto legato ai capricci della dea fortuna che non lascia il primo premio a nessuno per moltissimo tempo mentre in altre occasioni tra il primo e il secondo regala soldi a sette persone.