Se avete queste banconote e monete rare siete ricchi senza saperlo

Sognate che vi piova dal cielo una somma considerevole di denaro? Allora date un’occhiata alle vostre monete e banconote vecchie. Potreste essere ricchi senza saperlo. I dettagli.

banconote monete rare
(Pixabay)

Se state sperando di avere la fortuna di trovare un portafoglio pieno di soldi, sappiate che esiste di meglio. Non tutti sanno, infatti, che tra monete e banconote vecchie ci possono essere pezzi di estremo valore che possono essere venduti a cifre considerevoli. Ma andiamo a scoprire più nel dettaglio di cosa stiamo parlando.

Monete e banconote vecchie: le più ricercate

banconote monete rare
(Pixabay)

Quante volte sarà capitato di vendere monete e banconote a poco prezzo senza sapere il loro effettivo valore? Esistono banconote e monete per cui i collezionisti spenderebbero davvero qualsiasi cifra.

E’ il caso, per esempio, di una moneta di un euro che, a quanto pare, potrebbe far guadagnare addirittura 40 mila euro. Una moneta che si può riconoscere dalla presenza della lettera “R”, ovvero il conio della zecca di Roma.

 

Anche le prime banconote australiane sono molto ricercate. Nello specifico, pare che una delle prime 100, stampate durante la sterilizzazione del nuovo conio, potrebbe addirittura avere un valore di 185 mila euro.

Le banconote e le monete della Nuova Zelanda, dunque, sono molto ambite dai collezionisti. Ce n’è qualcuna che va dal 1929 al 1934 che potrebbe portare ad un guadagno relativo alla vendita di 10 mila euro l’una. Cifre minime se si pensa che esistono banconote che possono arrivare a valere 2 milioni di euro.

Volete un esempio? E’ il caso delle Red Seal da 1000 $ che esistono soltanto in due pezzi e, quindi, sono decisamente difficili da trovare.

Un milione di euro, invece, si potrebbe ricavare dalla vendita di una banconota australiana del 1924.

Se si parla di prezzi più bassi, invece, non si può non far riferimento alla banconota da 1 milione di sterline antiche che ha un valore intorno ai 130 mila euro.

Per finire, non si può non citare la Grand Watermelon, datata 1890 che ha un valore di 3 milioni di euro. Non vi resta che dare un’occhiata alle vostre vecchie monete e banconote per sapere se avete la fortuna di custodire pezzi rari, di grandissimo valore.