Addio Lotteria degli scontrini: la vecchia formula finisce in soffitta, come funzionerà adesso

La Lotteria degli scontrini come già annunciato cambierà per cercare di diventare più appetibile e maggiormente diffusa

Lotteria degli Scontrini
Pixabay

Nonostante è gratis e l’iscrizione per partecipare richiede solo qualche minuto, inserendo il codice fiscale senza email e codici di conferma, la Lotteria degli scontrini non è mai decollata del tutto.

Si può anche provare facendo un giro per i commercianti e chiedere se si può partecipare: alcuni risponderanno che non conoscono l’esistenza. Nata nel febbraio 2021, la misura è stata voluta dl governo Conte come il Cashback. L’obiettivo era lo stesso, incentivare gli italiani a usare la carta e i pagamenti elettronici.

Insomma, uno strumento contro l’evasione fiscale. Sarà per cultura, per la poca informazione, ma molti non hanno partecipato, nonostante l’aumento dell’uso dei Pos in Italia.

Secondo l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, il numero massimo di scontrini registrati è stato nel marzo 2021, un mese dopo l’entrata in vigore: 25mila scontrini. Negli ultimi mesi dello scorso anno sono stati solo 5mila.

Lotteria degli scontrini: cosa cambia

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Il cashback è stato abolito ma ritornerà sotto un’altra forma. Per la Lotteria il destino sarà diverso: riforma subito, senza abolizione. Per renderlo più appetibile la si vuole trasformare simile al sistema dei Gratta e vinci.

Oggi, infatti, bisogna aspettare l’estrazione per sapere se il proprio scontrino è tra i vincenti. Avviene ogni giovedì, dunque settimanalente, ma c’è anche quella mensile e annuale. Quest’ultima dà il premio più grande: 5 milioni di euro.

Oggi per poter partecipare bisogna ottenere un codice alfanumerico inserendo il proprio codice fiscale su www.lotteriadegliscontrini.gov.it. Si può utilizzare come una card, comunicando al commerciante prima di pagare che si vuoe partecipare alla Lotteria. Per ogni euro speso, il sistema crea uno scontrino digitale più uno che sarebbe quello materiale. In pratica per una spesa di 10 euro si parteciperà alle estrazioni con 11 biglietti.

La novità è che la Lotteria diventerà istantanea. Grazie a un emendamento al Pnrr deciso dalle commissioni Affari Costituzionali e Istruzione del Senato, si potrà conoscere già al momento dell’acquisto se il proprio “biglietto” è risultato vincitore. Nelle prossime settimane si avranno maggiori dettagli sul funzionamento.