Una sola moneta può farvi diventare ricchi: di cosa si tratta

Una moneta in lire può raggiungere davvero un valore stratosferico. Qual è e perché tocca cifre così alte per i collezionisti

Moneta
Moneta con Vittorio Emanuele III (foto Facebook)

Perché oggi c’è tanta passione per le monete? La numismatica è la materia che studia gli antichi metalli utilizzati come merce di scambio, è dunque qualcosa di molto più approfondito e scientifico rispetto alla semplice collezione degli appassionati.

Ma proprio il fatto di possedere un oggetto passato chissà per quante mani, usato in Stati che forse oggi non esistono più, affascina non poco.

Il web ha poi fatto il resto alimentando la passione di tanti che ogni giorno cercano monete da mettere nella propria collezione. In alcuni casi non si tratta di pezzi rari, particolari. Ad esempio c’è chi vuole avere tutte le lire che ricorda, dalla propria infanzia fino all’abolizione nel 2001.

Alla lira sono legati i ricordi di chi era bambino e oggi ha almeno trent’anni. Alcune monete sono entrate nell’immaginario collettivo. Dal 1946 sono state coniate quelle repubblicane ma già prima della seconda guerra mondiale era la moneta italiana, ma di stampo monarchico con i volti dei sovrani Savoia.

Moneta dei Savoia a 100mila euro

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Possedere una delle monete dell’era Sabauda significherebbe infatti avere un tesoro. In particolare la 5 lire coniata in Argento 835. Denominata Aquila Sabauda e datata 1901, ha avuto una coniazione ridotta.

Ha il volto del re salito al trono l’anno prima, Vittorio Emanuele III, e un’aquila sull’altro lato con al centro il simbolo di casa Savoia.

Un esempare in ottime condizioni può valere addirittura oltre 20mila euro e se lo stato di conservazione dovessero essere migliore ancora, quasi perfetto, allora si va oltre i 100mila euro.

Il valore è così alto perché furono realizzati pochi esemplari, poco più di un centinaio. Un numero così limitato rende rara la moneta. La rarirà è infatti uno degli elementi che va lievitare il costo, insieme all’anno di conoazione (in questo caso oltre 120) e lo stato di conservazione.

Per chi ha conservato le lire non è facile comunque trovare una moneta del genere a casa ma è comunque sempre meglio dare un’occhiata perché il cascione dei ricordi può riservare delle belle sorprese con altre monete.