Bonus Natalità, l’assegno per famiglie con figli: come presentare domanda

L’assegno di Natalità è un bonus concesso alle famiglie con famiglie: a quanto ammonta e come presentare la domanda. Modalità e termini.

Neonato
(RitaE da Pixabay)

Il Governo ha deciso di sostenere le famiglie predisponendo fondi che consentano l’erogazione di somme in loro sostegno. Tra queste il cosiddetto Bonus Natalità: un assegno mensile che sarà erogato in favore di quei nuclei con figli.

Ma a quanto ammonta e chi può presentare richiesta? Come presentare domanda? Procediamo con ordine.

Bonus Natalità, l’assegno per le famiglie con figli: come presentare domanda

Euro
(cosmix – Pixabay)

Il Bonus Natalità consiste in un assegno mensile che viene erogato a tutte quelle famiglie con figli, fino al compimento dell’anno di età di questi ultimi. Un’agevolazione che prescinde dalle soglie imposte dall’ISEE, considerato che a poter avanzare richiesta sono anche soggetti che superano i 40mila euro.

Per poter presentare richiesta è necessario essere cittadini italiani, o extracomunitari o comunitari purchè in possesso di permesso di soggiorno. Il bonus spetta sia per le nascite che per le adozioni che siano avvenute nel 2021 o comunque nel 2020 ma fino al compimento di un anno del piccolo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus Casalinghe, al via nel 2022: a quanto ammonta

L’emolumento spetterà a partire dal primo mese e l’istanza dovrà essere inoltrata entro 90 giorni dall’evento nascita, adozione o affidamento. Qualora dovesse superarsi tale termine, il bonus sarà riconosciuto a partire da quella data, senza ottenere il pregresso. È possibile che la domanda venga respinta, in quel caso l’istante potrà presentarne una nuova.

Passando all’ammontare, si parte da un minimo di 80€ al mese. Con un ISEE basso, però, il bonus potrebbe raddoppiare. Si parla di 160€ se la soglia di reddito è pari o inferiore a 7mila euro. Saranno invece 120€ se il reddito supera tale fascia e giunge ai 40mila.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus da 1.000 anche per redditi medi, il regalo delle feste

Attesa la sussistenza dei requisiti poc’anzi elencati, è possibile che venga applicata una maggiorazione in determinati casi. Per ogni figlio successivo al primo del genitore che chiede il bonus, purchè sussista un rapporto di convivenza. Ed ancora, quando si tratta di una coppia di gemelli nati nel medesimo giorno. Quando sussiste, anche, un’adozione di più bambini avvenuta nello stesso giorno.

Per presentare domanda l’istante potrà farlo direttamente collegandosi sul sito dell’Inps o avvalendosi di intermediari.