Banconota da 20 euro: controllare sempre se c’è questo segno, il valore cambia

Tanto con la vecchia serie quanto con la nuova, denominata proprio Europa, la banconota da 20 euro è una delle più diffuse ed utilizzate: per questo motivo, bisogna fare attenzione a questo segno in particolare.

venti euro banconota falsa
(Pixabay)

L’estrema diffusione di questo taglio dell’Euro, non fa in modo che la banconota da 20 sia meno interessante agli occhi dei numismatici.
E’ comunque oggetto di scrupolosi controlli: è sempre possibile incappare in esemplari rari o esemplari falsi.

L’aspetto tradizionale è facilmente distinguibile: il colore dominante è l’azzurro e presenta delle raffigurazioni ispirate al periodo gotico.
Sul fronte, come tutte le altre banconote dell’Euro, sono riportate finestre e paesaggi, sul retro invece i ponti che simbolicamente rappresentano la comunità europea.

Viene utilizzata quotidianamente da oltre 300 milioni di persone. Questo fa in modo che sia uno dei tagli più contraffatti: la sua popolarità rende i cittadini europei meno attenti.
Nonostante il tasso di falsificazione delle monete sia piuttosto in calo, non è difficile entrare in possesso di unità false, soprattutto nel caso dei 20 euro, molto meno controllati rispetto ai 50 e i 100.

Banconota da 20 euro: fai attenzione a questo segno

20 euro specimen
20 euro specimen (Foto eBay)

I collezionisti non ignorano questa banconota: sono continuamente alla ricerca di eventuali rarità.
Uno dei modi più semplici per individuare dei pezzi rari, è controllare i numeri di serie. Quest’ultimo, non solo rappresenta l’unicità della banconota, ma anche il numero di esemplari stampati. Se una banconota è composta da pochi numeri diversi (come S45455454), il suo valore può alzarsi persino di dieci volte, perché rappresenta un pezzo più raro della media. Lo stesso vale anche per numeri seriali composti da unità consecutive: ad esempio, S12345678.

Leggi anche -> Incredibile ma vero: possiedi queste due banconote? Preparati a ricevere 2 milioni di euro

L’esemplare più raro conosciuto appartiene alla serie Specimen: uno di quelli realizzati per il governatore della Banca Centrale Europea, inizialmente Wim Duisemberg. Sono semplici da individuare grazie alla scritta diagonale ma anche molto difficili da trovare: ne esistono pochissimi e possono valere fino 2000 euro.

Leggi anche -> Banconote da 20 euro che nascondono una piccola fortuna: quanto valgono

Non si tratta di pezzi da 20 euro destinati alla circolazione: la scritta indica la sua progettazione unicamente per una personalità di spicco.