Costi conti correnti, due operazioni sono davvero onerose

Costi conti correnti, le due operazioni che costano di più ma in base agli accordi con la banca limitatamente possono essere gratuiti

Costi conto corrente
Foto Ansa

Avere un conto corrente oggi è indispensabile. Che sia una carta di credito, di debito, presso la banca o le Poste Italiane, le aziende oggi sono obbligate a pagare i propri dipendenti, collaboratori e professionisti – ai quali si affidano per delle prestazioni – con moneta digitale. E anche chi non lavora e ufufruisce delle agevolazioni e degli aiuti dello Stato – uno su tutti, il Reddito di Cittadinanza – riceve i versamenti.

Ma qual il miglior conto? Non è facile dirlo. Ne esistono tantissimi e la concorrrenza e negli ultimi anni sono nati tanti conti a zero spese.

Altri ogni mese prendono anche solo un euro oppure fanno pagare solamente alcuni servizi. Ma quali sono quelli più costosi? I correntisti devo stare attenti e informarsi bene perché per alcune operazioni, la banca pretende un pagamento.

Costi conti correnti, quanto si paga per un bonifico in filiare

Per fare un esempio di operazioni che possono costare un po’ di più, ci sono quelle che non vengono effettuate online tramite l’home banking di persona presso la filiale con un impiegato. Un’altra operazione che può costare sono i prelievi di denaro da sportelli ATM di altri istituti di credito.

Le operazioni allo sportello costano sempre, tranne nel caso in cui non si ha un canone mensile già abbastanza elevato. Ma quanto possono costare alcune operazioni? Se fare un bonifico comodamente da casa online tramite il pc costa poco o anche gratuitamente senza alcuna commissione, in filiare si può pagare anche 5 euro.

I costi ci sono non solo quando il denaro deve essere trasferito da un conto a un altro ma anche quando si deve prelevare il contante da altre banche.

Nella maggior parte dei casi viene applicata una commissione che non è a carico del correntista se con la carta si preleva dalla stessa filiale bancaria dove si è titolare del conto corrente.

In base al tipo di conto alcune banche offrono la possibilità di usufruire di un numero limitati di prelievi in un anno da poter fare in altre banche, senza pagare nulla. Oltre il numero stabilito scatta il pagamento extra.

Ma c’è ancora un altro punto da ricorda: cosa succede se i contanti vengono prelevati all’estero? Ancora di più la commissione viene applicata in questi casi ed è anche più cara.