Salmonella, escluso legame con ovetto Kinder

Salmonella, escluso legame con ovetto Kinder dopo il ricovero di un bambino: qual è la situazione in Italia

salmonella
Screen sito Ferrero

Il ritiro di alcuni prodotti Kinder dagli scaffali per timori di caso di salmonella e il malessere di un ragazzino di 12 anni di Ravenna, dopo che aveva consumato un ovetto di cioccolato della nota azienda, aveva fatto scattare l’allarme, correlando i due fatti.

Il lagame però non è stato accertato. Le analisi volute dai Nas e realizzate all’Istituto zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna, hanno dato un esito negativo, escludendo del tutto la salmonella.

Dopo che il minore era arrivato in ospedale accomapagnato dai genitori, i reparto dei Nas avevano sequestrato l’ovetto di cioccolato Kinder. Era ancora incartato e faceva parte di una confezione da sei: solo uno era stato mangiato dal bambino prima di sentirsi male e di recarsi in ospedale.

Salmonella, nessun caso in Italia

In Italia dunque non c’è nessun caso accertato. Il sospetto era legittimo poiché vicende dovute alla salmonella (alcuni casi presunti) in altri paesi ci sono stati. Oltre al Belgio (un ceppo del virus è stato trovato nello stabilimenti di Arlon), anche Paesi Bassi e Germania, Norvegia, Spanga, Francia, Irlanda e Lussemburgo.

I prodotti che sono destinati al mercato italiano sono realizzati nello stabilimento di Alba, in provincia di Cuneo, e che nessun caso di salmonella è stato trovato tra questi prodotti.

La Ferrero con un comunicato stampa ha infatti escluso la presenza del batterio in Italia anche perché non c’è stata alcuna segnalazioni negli ultimi mesi. Dei prodotti dal mercato nostrano sono stati comunque ritirati a scopo precauzionale poiché provenienti da Arlon. Si tratta dei Kinder Schoko-Bons 45gr e 125gr, Kinder Sopresa Maxi 100gr dei Puffi e Miraculous e Kinder Sorpresa nella confezione da 6 ovetti, quelli con le immagini dei pulcini.

L’azienda sta tenendo una campagna d’informazione capillare. Oltre a dare notizia dal proprio sito e attraverso i giornali con i comunicati stampa, ha fornito ai punti vendita una locandina con le immagini dei prodotti coinvolti.

Se a casa ci sono prodotti Kinder è comunque consigliato verificare qual è il lotto e se fa parte dei prodotti oggesso di richiamo (clicca qui per vedere quali sono i lotti coinvolti). Si può chiamare al Contact Service attivo da lunedì a venerdì dalle 09.00 alle 18.00 e il sabato e domenica dalle 09.00 alle 13.00.