Geox rende felici i 1250 dipendenti: 250 euro di bonus

Geox è una di quelle aziende comprensive nei confronti delle difficoltà che molte famiglie possono affrontare a causa dei rincari: ha scelto di aiutare, con le sue possibilità, i 1250 dipendenti, offrendo un bonus di 250 euro. Capiamo meglio cosa c’è dietro.

Geox bonus dipendenti
Geox (Screenshot Instagram)

Allo scopo di aiutare i propri dipendenti ad affrontare con più leggerezza i rincari di questo periodo, Geox ha scelto di elargire un premio di 250 euro netti ad ognuno dei suoi 1250 dipendenti, sparsi sul territorio italiano.

Con le ricadute causate dal conflitto e l’inflazione in corso, il clima generale è di forte incertezza, ed è per questo che il brand di calzature, con Mario Moretti Polegato alla presidenza, ha preso una decisione nel piano welfare aziendale che mira a sostenere le famiglie italiane.

Esprimendo il suo parere, ha asserito di essersi mosso in questa direzione a causa del particolare momento storico che stiamo vivendo che, inevitabilmente, influisce sulla microeconomia delle singole famiglie.
Il contributo di Geox, così come ha dichiarato l’Ad Livio Libralesso, punta ad aiutare i collaboratori nella loro “battaglia” contro gli aumenti dei costi della vita.

Geox: l’azienda aiuta i 1250 dipendenti regalando un bonus di 250 euro netti

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da GEOX (@geox)

La società di Treviso ha istituito un’assemblea composta per il 51% dalla famiglia Moretti Polegato, al controllo anche del 100% di Diadora.
I soci hanno nominato il cda in carica per i prossimi tre anni: alla presidenza resta Mario Moretti Polegato, con il figlio Enrico Moretti Polegato come vice presidente. E’ stato confermato anche l’Ad Livio Libralesso.

Leggi anche -> Bonus 200€: quando ne usufruiranno le Partite Iva

Il consiglio ha tirato le somme. Il bilancio dell’anno precedente ha contato 608,92 milioni di euro di ricavi: si tratta del 13,8% in più rispetto ai 534,9 milioni del 2020. L’incremento è avvenuto grazie al buon andamento del canale multimarca e alla riapertura della rete distributiva.
Anche in fatto di costi di gestione è stato registrato un miglioramento: -44,9 milioni a fronte dei 123,7 milioni del 2020. Si tratta ancora di un impatto importante, causato soprattutto dalle conseguenze della pandemia.
Quel che stiamo attualmente affrontando genera un clima di forte incertezza ed instabilità. In ogni caso, questo non ha frenato l’azienda dallo scegliere di venire incontro alle famiglie italiane e aiutarle con i mezzi a disposizione.

Leggi anche -> Inflazione in Italia, nel 2022 tasse per mld di euro e tutti col portafogli vuoto