I propri risparmi sono svalutati: come metterli in salvo

Con l’inflazione i risparmi di una vita stanno perdendo valore e potere d’acquisto. Bisognerebbe alzare gli interessi ma ci sono alternative

Risparmi
Pixabay

Con i tempi che corrono e la crisi che ha portato a un aumento dei prezzi, i soldi hanno un valore diverso e molto più basso. Se prima al supermercato volevamo fare la spesa di una settimana o per dieci giorni, con 50 euro o più riuscivamo a comprare un certo numero di prodotti con una qualità non indifferente.

Oggi che la guerra in Uraina ha provocato ha incrementato l’aumento dei prezzi delle materie prime che era già in corso: l’energia costa di più ed è sotto gli occhi di tutti di quanto sia aumentato il prezzo del pane e della pasta.

Ciò succede nell’economia reale, quella di tutti i giorni e con i soldi che abbiamo in tasta. La stessa cosa avviene anche per i risparmi, distribuiti tra i vari libretti, buoni o conti correnti.

Risparmi svalutati: come provare a non “perderli”

La situazone dopo il Covid e al termine della guerra non sarà delle migliori e il futuro potrebbe essere “caratterizzato da bassa crescita, alta inflazione e contrazione generalizzata dei redditi reali”, si legge su MilanoFinanza. La stagflazione (tremendo fenomeno di stagnanzione, quindi zero crescita economica, e aumento dei prezzi) è un spettro.

Come difendersi? Gli investimenti possono essere una soluzione, ma bisogna vedere bene in quale settore e soprattutto quando, in quale periodo.

Ci si potrebbe affidare a un esperto o comunque fare il classico investimento con il quale molte famiglie hanno costruito le proprie fortune o almeno la propria pace econimica, per sé e per i nipoti che verranno: investire nel mattone.

Comprare un immobile può essere sempre un buon affare, al netto delle tantissime cose da valutare. Ovviamente anche in questo caso c’è il problema della svalutazione perché in proporzioni più grandi vale lo stesso principio dell’esempio di cui sopra della spesa settimanale.

Investire in qualcosa che possa rendere in futuro può essere però un modo per non lasciare soldi in giacenza (tassabili) che nel corso degli anni perderanno sempre valore. Meglio provare a immetterli nel mercato sperando in tempi migliori.