Normativa europea sulla casa, quanto ci costerà davvero

La nuova direttiva della UE, nel caso venga approvata, potrebbe anche essere una vera e propria stangata per gli italiani.

Normativa europea casa
Abitazioni (Pixabay) – Bonificobancario.it

Da qualche giorno a questa parte, come forse molti sanno, è arrivata una comunicazione proprio da parte dell’Unione Europea.

Una decisione che, in effetti, sta facendo preoccupare anche gli italiani, dato che, per la maggior parte, pare che non al momento non possa soddisfare tale richiesta e per questo motivo avranno bisogno di ristrutturare.

Insomma, la UE vuole case green, ma, stando a fonti accreditate, in Italia quasi il 60 per cento delle abitazioni attualmente non possiede questo requisito.

Entrando più nei dettagli, quindi, bisognerà che gli immobili residenziali abbiano la classe energetica E entro il 2030, e allo scoccare del 2033, invece, ci dovrà essere quella di categoria D.

L’obiettivo di questa direttiva, d’altra parte, non può essere che considerato giusto, poiché è proprio quello di arrivare, in un prossimo futuro, a una condizione di zero emissioni, riuscendo, quindi, a tamponare il fenomeno preoccupante del surriscaldamento globale.

Comunque sia, per raggiungere questo scopo, gli interventi che si dovranno effettuare potrebbero essere piuttosto dispendiosi anche nei confini italici. Per esempio, ci sono vari lavori che, a tal proposito, si dovrebbero fare.

La direttiva UE

Nella fattispecie, per adeguarsi all’obbligo della UE, si potrebbe, perciò, pensare al cappotto termico, alla sostituzione degli infissi, ai pannelli solari. Ma non solo, anche le caldaie andrebbero sostituite.

A questo proposito, quindi, l’associazione Enea, per esteso, Energia Nucleare Energie Alternative, ha effettuato dei pronostici di spesa che in effetti non sono molto confortanti.

Per esempio, si è pensato al caso di un palazzo con all’incirca venti appartamenti che dovrebbe passare alla classe energetica giusta, magari, saltandone addirittura tre.

In tale frangente quindi, i costi, per ciascuna singola abitazione, si aggirerebbero intorno ai 30 mila euro. Una stangata che, diciamo, forse metterà in difficoltà i cittadini.

Non è finita qui, però, perché il cambiamento anche solo degli infissi potrebbe venire a costare anche fino a 15 mila euro.

LEGGI ANCHE –> ISEE 2023: cosa devi sapere prima di fare domanda

LEGGI ANCHE –> Si chiama Matteo Messina Denaro, rischia di non incassare i soldi alle Poste

Intanto, però, l’approvazione definita di questa proposta non è stata ancora eseguita. Vedremo, dunque, gli sviluppi prossimamente.