Richiesta bonus 2023 con o senza ISEE: tutte le novità

Per il 2023 il governo ha confermato una serie di bonus destinati alle famiglie con ISEE basso, quali sono i bonus per cui fare richiesta?

Bonus 2023 richiesta con senza ISEE
(Adobe – bonificobancario.it)

Dopo i forti rincari che hanno interessato lo scorso anno e l’inflazione che non sembra intenzionata ad arrestarsi anche per il 2023, il governo ha confermato una serie di bonus per il 2023. Inoltre ne ha anche introdotti di nuovi, da richiedere tramite presentazione del proprio ISEE. La maggior parte dei bonus 2023 sono infatti dedicati a famiglie con ISEE basso o molto basso, al fine di alleggerirne le spese mensili.

Tra i bonus da richiedere già a partire dal mese di gennaio 2023 ve ne sono soprattutto di dedicati alla spesa e ai beni alimentari. Due esempi sono la Carta Acquisti e la Carta risparmio spesa. Ma anche il bonus dedicato alle utenze di luce, gas e acqua. Il caro-bollette, infatti, è la questioni che più preoccupano non solo gli Italiani, ma anche lo stesso governo, che ha dedicato alla questione la maggior parte dei fondi a disposizione per la manovra di bilancio.

Richiesta bonus 2023: ne ha diritto chi ha un ISEE inferiore a…

I nuovi bonus prevedono un requisito reddituale ben specifico, da valutare tramite presentazione dell’ISEE. Tale fattore determina la situazione economica equivalente delle famiglie e ne decide anche l’accesso o meno a determinati bonus. Stando ai dati raccolti dagli osservatori nazionali, la maggior parte delle famiglie italiane ha un ISEE di valore inferiore a 10mila euro.

Tale cifra, in molti casi, permette di rientrare tra gli aventi diritto ai bonus. Prendiamo l’esempio del bonus bollette: esso è dedicato alle famiglie con ISEE inferiore a 15mila euro, oppure 20mila euro per i nuclei più numerosi. Per quanto riguarda il bonus università, invece, è previsto un esonero totale dalle tasse per tutte le famiglie con ISEE inferiore a 22mila euro. Mentre una riduzione parziale delle tasse è dedicata ai nuclei con ISEE compreso tra 22mila e 30mila euro.

LEGGI ANCHE -> Credito d’imposta: come funziona il Bonus per il Sud Italia

LEGGI ANCHE -> Bonus INPS per i genitori: novità 2023

Infine l’esonero dal Canone Rai, previsto per tutti i nuclei con ISEE inferiore a 8mila euro. Il governo ha poi previsto l’apertura di un conto corrente agevolato da usare per i servizi di base per tutte le famiglie con ISEE inferiore a 11.600 euro.