Morte Catherine Spaak: l’eredità e la malattia della grande attrice

Un grave lutto ha colpito la sera di Pasqua il mondo dello spettacolo e del giornalismo italiano, è arrivata, all’età di 77 anni, la morte di Catherine Spaak

Catherine Spaak
Catherine Spaak (Foto Ansa)

La sera di Pasqua 2022, in silenzio, senza clamori, con eleganza e raffinetezza, come tutta la sua carriera del resto, se n’è andata Catherine Spaak. L’attrice, franco-belga di nascita e origine, ma ormai italianissima di adozione aveva 77 anni essendo nata nel 1945 a Boulogne-Billancourt centro francese di 120.000 abitanti nella regione dell’Ile-de-France.

Catherine Spaak, nata da una famiglia di altissimo livello culturale, mamma attrice, papà sceneggiatore, zio primo ministro del Belgio per diversi mandati, inizia la sua carriera da attrice giovanissima nel 1959.

Ma è nel 1960 con Dolci Inganni di Alberto Lattuada che si fa conoscere dal grande pubblico interpretando il ruolo dell’adolescente ribelle. Siamo all’inizio degli Anni Sessanta, la rivoluzione culturale è alla porte e lei ne sarà, almeno in Italia, uno dei simboli più potenti.

Tanto per le sue interpretazioni spigliate, vedi Il Sorpasso ed Adulterio all’Italiana, quanto per la sua poliedricità, sarà protagonista della Hit Parade con brani come Quelli della Mia Età e L’Esercito del Surf, tanto per la sua vita privata che la vede protagonista di un caso di cronaca che al tempo suscita grande scalpore

Morte Catherine Spaak, l’eredità artistica

Catherine Spaak nel 1962
Catherine Spaak nel 1962 (Foto Ansa)

La giovanissima Catherine Spaak si sposò giovanissima con l’attore Fabrizio Capucci da cui, appena 18enne, avrà la figlia Sabrina. Ma il matrimonio naufraga velocemente e l’attrice, con l’incoscenza dei 20 anni, prende la bimba e scappa in Francia. Verrà arrestata a Bardonecchia ed al rientro perderà la patria potestà e l’affido della figlia che sarà cresciuta dalla nonna paterna.

La carriera di Catherine Spaak viva una seconda importante svolta a metà anni Settanta quando, dopo una serie di riuscitissime apparizioni in film cult della Commedia all’italiana come Febbre da Cavallo e Storia di una Monaca di Clausura, inizia a lavorare con il teatro e soprattutto nel giornalismo, la sua vera grande passione.

Passione che la porterà a collaborare con testate di rilievo nazionale ed europeo come con Il Corriere della Sera, Marie Claire e TV Sorrisi e Canzoni. Questa “miscela” di competenze la porterà, a metà Anni Ottanta, ad essere l’autrice e prima storica conduttrice di Forum ed in seguito di Harem uno dei talk show più amati e seguiti della televisione italiana.

Gli ultimi impegni importanti della Spaak sono la partecipazione a Ballando con le Stelle ed a L’Isola dei Famosi. Nel 2020, una grave malattia, una emorragia cerebrale, ne mette a serio rischio la vita.

L’artista con grande grinta ne emerge, raccontando in diverse interviste anche i particolari del dramma, “Ho crisi epilettiche a causa delle cicatrice dell’operazione”. Ma sono proprio le conseguenza di quell’episodio a portarla al decesso la sera di Pasqua del 2022.