Pasquetta, dove andare? Gli itinerari in auto alla scoperta dell’Italia

Prima Pasquetta senza stato d’emergenza Covid dopo due anni: i consigli per chi si vuole muovere con la macchina

Pasquetta
Parco Naturale Adamello-Brenta (foto Facebook)

Finalmente un lunedì in Albis come lo abbiamo sempre conosciuto. Cadute tutte le regole sugli spostamenti, quest’anno potremmo vivere una Pasquetta come nell’era pre-Covid, liberi di viaggiare superando confini provinciali e regionali.

Di solito è un giorno da bollino rosso per il traffico ma ci sono posti dove forse non ci sono folle oceaniche e dunque conviene approfittare per scoprire alune bellezze della nostra Italia.

Ma il più delle volte i veri tesori sono sotto casa o comunque a non troppi chilometri di distanza. Quattroruote ha proposto alcuni itinerari da fare in compagnia di tutta la famiglia, con il proprio partner o con gli amici.

Partiamo dal Trentino Alto Adige dove c’è il Parco Naturale Adamello-Brenta. Da Trento la S.S. 45 porta alla Valle dei Laghi- Da Terlago a Vezzano, a Sarche dalla Statale 237 si raggiunge Comano Terme poi la Val d’Algone, accesso del Parco.

Nelle Marche, in provincia di Ancora, c’è Numana che con un percorso lungo la spiaggia si arriva a Sirolo che porta al Parco del Conero. La Badia di San Pietro poi verso Portonovo con la chiesa di Santa Maria vcino al mare: una lunga passeggiata tra mare, paesaggi da fotografare e borghi medievali.

Ci spostiamo nel Lazio con tutta la zona dei castelli: Villa e scuderia Aldobrandini a Frascati poi a risalire verso la Rocca del Papa e Castel Gandolfo, sede estiva del pontefice. Dalla S. P. 76 si arriva al lago di Nemi passando per Ariccia poi i Colli del Vivaro.

Un altro viaggio interessante può essere da Teramo a L’Aquila attraversando cittadine medievali come Montorio al Vomaro e borghi come Senarica.

Pasquetta, i percorsi di Basilicata, Calabria e Sicilia

Pasquetta
Chiaromonte Gulfi (FOTO fACEBOOK)

A Sud si segnala Venosa-Melfi, tutto in Lucania, con la Strada Provinciale 168, tante curve ma anche vigneti da ammirare. Sulla strada il lago del Rendina e quelli di Monticchio passando per Rionero.

In Calabria si consiglia per percorso Pizzo-Tropea dalla Statale 522. Sopo Punta Zamprone ci si immette nella Provinciale 84. Cresta di Zungri, viaggio nell’endroterra, poi si ritorna sul litorale con viste mozzafiato si fa rotta su Tropea.

Infine la bella Sicilia, da Caltagirone ad Acate. Dalla Statale 514 si può deviare verso Chiaromonte Gulfi, stile barocco con il suo Palazzo Montesano. Si ritorna sulla Statale e dalla Piana di Gela si va a Comiso: Vittoria, poi Cerasuolo e gli innumerevoli vigneti, fino ad Acate.