Polizia Penitenziaria, in arrivo quasi duemila assunzioni: come fare domanda

Tra la Primavera e l’Estate del 2022 andranno a scadenza una serie di bandi di concorso nella pubblica amministrazione, tra i più importanti quello che prevede 1758 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

Polizia Penitenziaria
Polizia Penitenziaria (Foto Twitter)

In un periodo di grave crisi economica e finanziaria, come quella in corso, assumono particolare rilievo i bandi di concorso messi in opera dalla tante Amministrazioni Pubbliche che in questo periodo, nonostante tutto, hanno la possibilità di assumere personale.

Sono migliaia, in tal senso, le opportunità aperte ed in particolare nelle forze dell’ordine. A fine aprile scade la opportunità di fare domanda presso la Polizia di Stato. Mentre il prossimo 19 maggio scade il bando di concorso per essere inseriti nei ranghi della Polizia Penitenziaria.

La Polizia Penitenziaria è un corpo di ordinamento civile, diretto erede degli Agenti di Custodia, alle immediate dipendenze del Ministero della Giustizia.

La Polizia Penitenziaria, nello specifico, si occupa delle persone sottoposte a provvedimenti restrittivi della libertà personale. Ed agisce tanto nelle questione di polizia stradale, quanto in quelle di polizia giudiziaria passando ovviamente per quelle di pubblica sicurezza.

Il concorso in scadenza il prossimo 19 maggio mette a bando 1758 posti per il ruolo di allievo agente e rappresenta una ghiottissima occasione per chi è in cerca di lavoro e vuole impegnarsi in questo settore.

Polizia Penitenziaria, in arrivo 1758 assunzioni

Polizia Penitenziaria
Polizia Penitenziaria in servizio (Foto Twitter)

I requisiti fondamentali per partecipare al concorso messo a bando alla fine di marzo 2022 sono di quattro tipi. Vediamoli nel dettaglio. Il primo è in ordine all’età, è obbligatorio avere tra i 18 ed i 28 anni, limite che si può elevare fino a 31 anni nel caso in cui si siano svolti tre anni di servizio militare volontario.

Un secondo requisito ostativo è quello di essere in possesso delle qualità di condotta e delle qualità morali previste dal decreto legislativo varato il 30 marzo 2001 e nello specifico in quanto indicato nel comma 6 dell’articolo 35.

Altri due requisiti fondamentali sono la piena efficienza fisica, psichica e attitudinale nonché non aver subito provvedimenti di destituzione da alcun tipo pubblico impiego oltre a non essere stati sottoposti a misure restrittive.

La domanda, come detto, va inviata entro il 19 maggio per via telematica, per accedere al form messo online sul sito ufficiale della Polizia Penitenziaria è necessario avere a disposizione lo SPID. Una volta compilata la domanda verrà vagliata da una apposita commissione che deciderà chi dal 22 giugno 2022 potrà partecipare al concorso vero e proprio.

Le prove del concorso saranno quattro. La prima sarà una prova scritta d’esame. La seconda una prova di efficienza fisica, la terza una per accertare le situazione psico-fisica e la quarta sarà in ordine ad accertamenti attitudinali.