Come risparmiare sulle bollette fino a 450 euro in un anno

Caro bollette, le indicazioni che arrivano dalla istituzioni per colpire la Russia e salvaguardare le nostre tasche

bollette
Foto Pixabay

Da quanto il caro bollette sta condizionando molto le abitudini di tutti noi, abbiamo riscoperto i vari metodi per provare a risparmiare su ogni tipo di utenza. Consigli che altro non solo delle piccole attenzioni ma che possono fare tanto.

Le organizzazioni ambientaliste sono anni che cercano di diffondere il verbo in soccorso del pianeta ma con la guerra che la Russia ha mosso all’Ucraina e le salatissime bollette che ci sono giunte a casa, abbiamo cominciato tutti i sentire più nostra la questione.

Ora a dire come fare è direttamente è l’Agenzia internazionale dell’energia, l’Aie, che in collaborazione con la Commissione europea ha stilato un vademecum che ha anche l’obiettivo di affrancarci dagli approviggionamenti russi.

Una serie di consigli pratici che possono portare a risparmiare in un anno 450 euro. Una cifra niente male con la quale si può pagare una rata del mutuo, della polizza auto o aprire un libretto di risparmi. Vediamo più da vicino quali sono le regole dell’Aie.

Caro bollette, i consigli pratici per risparmiare

bollette
Ridurre la velocà in auto è un buon modo per risparmiare (foto Pixabay)

Nelle ultime settimane si è parlato dei climatizzatori in vista dell’estate dopo le parole del capo del governo Mario Draghi. Il primo consiglio è proprio quello di abbassare di un grado il termostato del riscaldamento per quando tornerà il freddo e di alzarlo invece per il condizionatore d’aria per quando il caldo comincerà a diventare insopportabile.

Ovviamente tutto dipende dalla frequenza d’uso ma è calcolato che così si può risparmiare circa 90 euro all’anno. Tanti piccoli modi per aiutare il pianeta (e dunque tutti noi), ridurre la dipendenza dalla Russia e contribuire di conseguenza a dare un aiutato anche all’Ucraina.

Ma quali sono gli altri punti? Incentivare lo smart workig (lavorare in casa significa consumare un po’ di corrente in più ma è meglio che spendere di più in benzina e usura dell’auto), ridurre la velocità sulle autostrada, usare i mezzi pubblici più dei privati e il treno al posto dell’aereo.

Per renderci conto di quanti basti pochi, sul tratto dell’autostrada dove il limite è 80 km/h, anziché cercare di stare sul filo per evitare multe, è meglio porci al massimo 70 km/h. Ciò significa impiegare un po’ più di tempo per raggiungere la meta ma anche risparmiare circa 60 euro all’anno in benzina.