Bonus con Isee basso, quali sono le nuove agevolazioni

Bonus con Isee basso, gli aiuti che si possono richiedere quando i redditi annuali hanno un limite: cos’è previsto per il 2022

Isee (foto twitter)

Le famiglie italiane che ogni anno preparano la documentazione per avere l’Isee, l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, lo fanno per ottenere agevolazioni fiscali, pagare meno tasse e vedersi riconosciuti dei bonus.

Questi negli ultimi due anni, da quando la pandemia ha travolto le nostre vite, sono diventati sempre di più, anche slegati alla situazione del reddito e del patrimonio. Una grande novità del 2022 ad esempio non prevede che si dia l’agevolazione in base ai soldi guadagnanti. Stiamo parlando dell’Assegno Unico e Universale per figli a carico che hanno meno di 21 anni.

Anche chi alla domanda non allega l’Isee ha diritto comunque al minimo, 50 euro al mese. Ma buona parte dei bonus restano strettamente collegati all’Isee. Anche se le restrizioni anticovid si stanno allentando, milioni di famiglie continuano ad avere problemi economici.

Complice anche la guerra in Ucraina che ha fatto salire i prezzzi al consumo: aumenti per le materie prime e dunque tutto è stato inflazionato, da ciò che compriamo al supermercato all’energia.

Bonus con Isee basso: per le bollette hanno accesso più persone

Quest’ultima resta un grande problema per tanti con le bolletta che hanno raggiunto cifre da capogiro. Un contributo si può infatti chiedere per chi ha un Isee inferiore ai 10 mila euro annui. Questa è una delle introduzioni “nuove” del governo. L’agevolazione già esisteva ma era prevista per i cittadini con Isee di massimo 8.500 euro. Ora la platea degli aventi diritti si è allargata.

Tra i bonus ottenibili per chi non supera i 10 mila c’è la Carta acquisti. Il funzionamento è come la tessera del Reddito di Cittadinanza. Si tratta di una carta elettronica che viene sovvenzionata ogni due mesi e consente di comprare certi beni e servizi come gli alimenti, le medicine e appunto il pagamento delle bollette.

Anche se l’Assegno Unico come dice il nome stesso ha assorbito molte agevolazioni, alcune sono rimaste autonome. Ricordiamo il Bonus Asilo Nido per chi ha un figlio con meno di tre anni iscritto in un istituto – che sia pubbliclo o privato – usufruibile sempre per chi ha un Isee inferiore ai 10 mila euro.