Ministero Istruzione: nuovo concorso straordinario docenti

Il Ministero dell’Istruzione comunica i posti disponibili per il nuovo concorso straordinario rivolto ai docenti della scuola secondaria.

Ministero istruzione concorso straordinario
(Pixabay)

Il Ministero dell’Istruzione presenta il concorso straordinario indetto per i docenti di scuola secondaria di primo e secondo grado, con almeno tre anni di servizio nelle istituzioni scolastiche statali. Non è necessario che gli anni siano consecutivi, ma che risultino negli ultimi cinque anni. Il concorso non prevede un punteggio minimo ciò significa che tutti i candidati potranno passare la prova orale entrando in graduatoria con il punteggio ottenuto dall’esito della prova sostenuta sommato ai punteggi previsti dal possesso dei titoli.

I posti disponibili sono quelli derivanti dalle immissioni a ruolo e dalle assunzioni per l’anno scolastico 2021/2022. Il decreto prevede la possibilità di partecipare al concorso straordinario in un’unica regione e per una sola classe di concorso per la quale i candidati abbiano maturato almeno un’annualità di servizio dei tre anni richiesti. I vincitori collocati in posizione utile in graduatoria saranno assunti a tempo determinato per l’anno scolastico 2022/2023 con la possibilità di partecipare ad un percorso formativo al fine di integrare le competenze professionali.

Concorso straordinario indetto dal Ministero dell’Istruzione: i dettagli

Il concorso straordinario indetto dal Ministero dell’Istruzione prevede una procedura che si articola nello svolgimento di una prova orale di circa trenta minuti con la finalità di accertare la preparazione del candidato sulla padronanza della propria disciplina di concorso oltre alle competenze richieste sulla capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno di livello B2 previsto dal Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.

Per quanto riguarda il percorso di formazione al quale i candidati vincitori avranno accesso prevede al suo interno un quadro analitico di 12 standard professionali riferiti a cinque dimensioni o aree di professionalità. Le aree indicate sono quella culturale-disciplinare, metodologico-didattica, organizzativa, istituzionale-sociale e formativo-professionale. Previste per il percorso formativo circa 40 ore con la conclusione entro il 15 giugno 2023.

Al termine delle attività di formazione i docenti dovranno sostenere un esame orale che riguardi i contenuti del corso al quale si è partecipato. Il superamento della prova sarà indicato da una valutazione positiva, mentre se non si dovesse superare la prova conclusiva decadrà la procedura che non proseguirà sino all’ottenimento del passaggio al tempo indeterminato del contratto.