Bollo auto scaduto: cosa bisogna fare per saldare il conto

Bollo auto dove pagare quando ormai è scaduto? Andiamo a vedere

bollo auto dove pagarlo scaduto
(foto Instagram)

Il bollo auto è una tassa sul possesso del veicolo a prescindere dal suo effettivo utilizzo. Va comunque pagata anche se si lascia l’auto in garage per mesi. Sebbene il bollo auto sia una tassa nazionale viene gestita concretamente dalle regioni. Tuttavia anche se ogni regione ha un certo margine di discrezionalità la scadenza è uguale in tutta Italia e corrisponde sempre all’ultimo giorno del mese successivo a quello di immatricolazione del veicolo.

Per tutti i veicoli immatricolati dunque in un determinato mese il bollo auto si dovrà pagare entro l’ultimo giorno del mese successivo. Il ritardo del pagamento del bollo auto può generare una vera e propria stangata ed è quindi preferibile pagarlo tassativamente entro la scadenza. Infatti ogni giorno in più di ritardo farà lievitare la multa con il calcolo delle sanzioni e degli interessi. Poche settimane costeranno poco di più ma se si lasciano passare mesi l’importo comincerà ad essere rilevante. Se passano addirittura degli anni si rischia il ritiro della targa e della carta di circolazione.

Bollo auto scaduto: scopriamo dove si può pagare

bollo auto dove pagarlo scaduto
(foto Instagram)

La tassa è dunque obbligatoria ed è bene pagarla entro i termini sopra descritti. Il ritardo o l’omesso pagamento comportano l’applicazione di sanzioni e interessi che aumentano con il protrarsi del tempo. Un ritardo di 15 giorni dalla scadenza implica una sanzione aggiuntiva dello 0,1% calcolata su ogni giorno di ritardo. La sanzione sale al 4,29% se il ritardo del pagamento supera l’anno successivo alla scadenza. Se si superano i due anni l’aumento delle sanzioni diventa considerevole.

Nel caso di pagamento successivo alla scadenza è possibile sanare la propria posizione attraverso i medesimi canali e modalità del versamento entro le scadenze previste. I canali sono diversi e vari: si può pagare tramite il sito dell’ACI, attraverso il portale della propria Regione, sul canale home banking della propria banca se convenzionata, e presso tutti i vari uffici abilitati. Ultimamente si sono andate ad aggiungere come canale di pagamento del bollo auto anche l’App IO e alcune App che offrono tale servizio come TELEPASSPay.

Se è vero che le sanzioni per il mancato pagamento del bollo auto possono essere pesanti è altrettanto vero che c’è la possibilità di ottenere sconti dal 10% al 20% cosi come esistono categorie di auto totalmente esentate dal pagamento della tassa automobilistica. Parlando di sconti la possibilità di ottenerli è subordinata alla scelta della domiciliazione sul conto corrente bancario. Alcune regioni infatti applicano sconti a chi paga con questa modalità e una volta verificato che la propria regione lo consente conviene utilizzare questa comodità che oltretutto evita il rischio di dimenticarsi della scadenza. Le categorie di automobili totalmente esentate dal pagamento del bollo auto sono tre. le auto elettriche, le auto d’epoca e le auto adibite al trasporto dei disabili.