Truffe via sms, arrivano i messaggi di questa banca: fare attenzione

Truffe via sms di una banca in particolare negli ultimi giorni: non bisogna mai inserire i propri dati e contattare subito l’istituto

Truffe via sms
AnsaFoto

Nuovo tentativo di phishing con un vecchio metodo. Non basta mai mettere in guardia i cittadini dai modi usati dai truffatori perché a quanto pare, purtroppo, non ancora in tanti a cadere nella trappola.

In modo particolare nei giorni scorsi sono stati presi di mira i clienti di uno specifico istituto che si sono visti arrivare sui propri smartphone sms dalla “propria” banca, ma ovviamente così non era.

Stiamo parlando dei correntisti del Monte dei Paschi di Siena. Il classico sms che inviata a cliccare su un link per inserire i dati personali e della propria carta. Sono anni che si ricorrono a questi metodi ma se li usano ancora significa che purtroppo per i truffatori funziona.

L’avvertenza è sempre la stessa. Non bisogna mai inserire i propri dati personali quando la banca o qualsiasi altra istituzione (l’Inps, il Comune, le Poste, ecc…) chiedono via sms o email i dati personali.

Sono truffatori che si nascondono dietro i nomi di questi enti che mai chiedono di fornire dati sensibili in questo modo. Ogni qual volte succede uno cosa del genere, bisogna subito denunciare e avvisare la propria banca se ad esempio il messaggio ricevuto ha come finto mittente l’istituto presso il quali si ha un conto aperto.

Truffe via sms, come riconoscerle e come fare per difendersi

“Banca Mps. La sua App. MPS risulta attiva ad un nuovo dispositivo a Lugano, se non sei tu bloccalo al portale tinyurl.com/allert-MPS-login”. È il contenuto del messaggio ricevuto da molti clineti della banca senese negli ultimi giorni. Non bisogna mai farsi prendere dal panico quando si legge qualcosa del genere ma verificare con attenzione presso la propria banca.

I messaggi hanno sempre un contenuto allarmistico per far spaventare il ricevente e cadere facilmente nella trappola. Il testo cerca di essere quanto più credibile possibile anche se il più delle volte si può riconoscere che si tratta di qualcosa che non va (segni grafici fuori posto, ad esempio), ma anche quando tutto invece sempre in regola, è bene ripeterlo, bisogna sempre ignorare il messaggio e denunciare. Un maggior numero di denucia presso la propria banca fa aumentare il livello di sicurezza, a beneficio di tutti.