Canone Rai, ci sarà il considerevole aumento? La risposta

Stando ad alcune indiscrezioni il canone Rai potrebbe subire un considerevole aumento arrivando fino a 300€: si tratta della verità o è solo una fake news?

Canone Rai aumento aggiornamenti
(Claudio Divizia – Adobe Stock)

Da tempo circola una preoccupante notizia relativa al canone Rai. Secondo alcune indiscrezioni la tassa tanto mal tollerata dagli italiani potrebbe registrare un considerevole aumento, arrivando a pesare sulle tasche degli italiani fino a 300€ all’anno.

Si tratta di voci, al momento non c’è nulla di confermato. Eppure la notizia avrebbe iniziato a circolare da un quotidiano autorevole, Il Giornale, che a sua volta riportava alcune fonti. Contestualmente si sarebbe parlato anche di una eliminazione della voce sulle bollette della luce.

Canone Rai, è vero oppure no che ci sarà un aumento? La voce che circola in rete

Canone Rai aumento aggiornamenti
(full image – Adobe Stock)

Il canone Rai in bolletta sarebbe da considerarsi come un onere improprio, questo quanto stabilito dall’Ue. Una circostanza, quindi, di cui l’Italia dovrà tener conto e a cui dovrà porre rimedio. Pertanto adesso sarà onere del Governo riuscire a trovare una soluzione sulla riscossione senza però farne lievitare il costo.

Tuttavia, all’esito di questa considerazione pare quasi certo che eliminando la voce dalla bolletta della luce – riporta Money.it– i mancati guadagni saranno parecchi. Un tuffo nel passato, quindi, dove l’evasione era all’ordine del giorno. La soluzione più probabile sarebbe quella di inserirla nel 730 per provvedere al suo pagamento.

Ma al momento sono solo ipotesi. Nulla a riguardo è certo, se non che al tavolo delle discussioni sarebbero sedute le associazioni di categoria che tutelano i diritti dei consumatori.

Carlo Fuortes, Ad della Rai, avrebbe affermato – riferisce Money.it citando Il Giornale– che l’aumento del canone non dipenderebbe dalla Tv di Stato bensì dal Governo. Successivamente, però, avrebbe posto l’accento sulla necessità di non portare ad una drastica diminuzione delle riscossioni. Una criticità che per le sigle sindacali sarebbe un ulteriore problema, in quanto la Rai si sarebbe dimostrata poco attenta ai contribuenti e invece più vigile alla sua propaganda.

Alla fine del 2022, sta di fatto, che l’Esecutivo dovrà risolvere la faccenda su indicazione dell’Europa la quale ha chiesto un rapido intervento.

Ma perché allora si starebbe parlando di aumento se il problema è solo la sua riscossione? In primo luogo la Rai lamenterebbe una carenza di fondi, in secondo luogo perché potrebbero essere messi a pagamento dei servizi on-line, ed infine a causa dell’adeguamento dei prezzi con il resto d’Europa.