Bonifico online, attenzione: cosa devi sapere prima di farlo

Bonifico online, bisogna stare attenti ad alcuni aspetti importantissimi per usarlo senza fare danni e cadere nelle truffe

Bonifico online
Pixabay

Ormai la stragrande maggioranza delle persone ha molta più distichezza con i pagamenti non in contantI rispetto a circa quindici anni fa. Prima era competenza quasi esclusiva di chi aveva un conto in banca, oggi anche i giovanissimi possono avere una carta Postepey, utilizzata soprattutto per i pagamenti online.

Ma il mondo dei bonifici, legato all’Iban, è complesso anche se non difficile da comprendere. Basta fare attenzione a certe cose per acquistare un po’ di dimestichezza. L’Iban, ad esempio, è proprio “l’indirizzo” preciso dove devono andare i soldi. Quando si fa un bonifico, infatti, si stanno trasferendo fondi grandi o meno da un conto a un altro.

Il mezzo telematico più comune che consente di trasferire i soldi (la “strada” sulla quale si mette il denaro che deve arrivare a destinazione) è il bonifico Sepa che nel corso degli anni si è diffuso sempre di più.

Bonifico online, come lo utilizzano i truffatori

Ma i bonifici non sono tutti uguali e questo bisogna saperlo bene. È noto che quando si vogliono accreditare soldi su un conto ci sono dei tempi tecnici, almeno 24 ore. Ma con Sepa dal 2017 esiste l’Instant Credit Transfer (SCT Inst) ossia il bonifico di tipo istantaneo. In pratica i soldi arrivano immediatamente, dopo pochissimi secondi dall’invio.

Proprio sull’istantaneo bisogna stare attenti. Innazitutto è necessario ricordare che essendo veloce è a pagamento e bisogna versare una commissione. Secondo punto da ricordare, siccome non è stato concepito per la compravendita, non può essere annullato. Ciò significa che i soldi, una volta partiti, non possono più tornare indietro.

Tenere bene in mente questi due punti ci aiuta a difenderci meglio dalle truffe perché è il metodo di pagamento utilizzato nei raggiri.

Una delle truffe più note ma purtroppo ancora molto utilizzate è quando sullo smartphone ci arriva un Sms allarmistico dove si dice che c’è un problema con il contro conto e per risolverlo bisogna cliccare su un link in allegato.

In questo caso spesso si chiedono i dati della carta e non bisogna mai fornirli, oppure di far partire un pagamento istanataneo, in modo che i soldi non possono più essere restituiti. Insomma, questo tipo di pagamento è bene usarlo solo ed esclusivamente con persone che si conoscono per le quali c’è la massima fiducia.