Condizionatori, lievita il costo della bolletta: come risparmiare

Condizionatori ormai già accessi per via delle alte temperature e il conto comincia a salire: piccoli trucchi per pagare meno

Condizionatori
Pixabay

Si prennuncia l’estate più calda di sempre e ogni anno sarà peggio a causa dei cambiamenti climatici. Siamo ancora a fine maggio ma l’aria si sta già facendo molto pesante. Nessuno vorrebbe rinunciare alla comodità di un condizionatore d’aria ma i costi spaventano milioni di italiani che già sono alle prese con il caro bollette e gli aumenti di tutti i prodotti.

Un arma a doppio taglio quindi, ma in tanti sono comunque disposti a spendere un po’ di più in bolletta pur di avere qualche ora di fresco. Dopo mesi a discutere su come risparmiare gas per riscaldarici, ora il problema è il contrario. Un modo per usare il climatizzatore senza appesantire molto la bolletta c’è. Basta fare attenzione ad alcuni dettagli e seguire i consigli che fornisce la stessa Enea, l’ente pubblico Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile.

Condizionatori, cosa fare per non spendere troppo

Innanzitutto è fondamentale schermare le finestre a Sud e a Est, soprattutto quando non si è in casa. Insomma, è inutile far entrare luce se non la si utilizza oerché ciò significa anche far entrare calore. Se si riesce a fare ombra quanto più è possibile, anche quando si è in casa, è meglio.

In estate si consiglia “aumentare di due gradi il settaggio della temperatura interna, portando il termostato da 26 a 28°C”, dice Nicolandrea Calabrese che nell’Enea ha il ruolo di responsabile del Laboratorio ‘Efficienza energetica negli edifici e sviluppo urbano’.

Inoltre anche lo stesso condizionatore, nella sua componente esterna, non deve essere troppo esposto al sole ma posto in modo che raggi non si proiettino direttamente sulla ventola. Se si surriscalda ci sarà un ulteriore lavoro per il condizionatore che avrà bisogno di maggiore energia e quindi il costo lieviterà.

Anche il condizionatore troppo vecchio consuma di più. Quando è datato è meglio cambiarlo ma in questo caso c’è un piccolo investimento da fare. Non a caso tra i vari bonus creati dal governo c’è uno apposito.