Auto senza conducente: lo strabiliante futuro che ci attende

Auto senza conducente completamente autonome sono le auto del futuro: vediamo di cosa si tratta

auto autonome futuro vicino
(foto Instagram)

Un’autovettura autonoma è un veicolo automatico in grado di soddisfare le principali capacità di trasporto di una macchina tradizionale. E’ infatti in grado di rilevare l’ambiente che la circonda e la navigazione impostata senza intervento umano. L’auto a guida autonoma (Self Driving Car) potrebbe rappresentare la soluzione a molti dei problemi legati alla guida tradizionale e che oggi sembra molto più vicina alla sua realizzazione con gli incredibili investimenti che le case automobilistiche stanno effettuando su questa innovazione sbalorditiva.

Utilizzare dunque la tecnologia per sostituire il conducente con sistemi di sicurezza tali da renderle completamente autonome. Questa è la vision di alcune importanti aziende che da anni si stanno prodigando per ottenere risultati incontrovertibili. E’ il caso della Ford in collaborazione con Argo Al che in questo periodo stanno sperimentando su vere strade cittadine i loro prototipi in totale autonomia senza la presenza umana.  Gli sviluppatori americani stanno passando dalla teoria alle vie di fatto proiettandoci verso il futuro.

Auto senza conducente: a che punto siamo? Andiamo a scoprirlo

auto autonome futuro vicino
(foto Instagram)

Già negli ultimi anni sono arrivate le auto dalla tecnologia semi-autonoma con il necessario input umano. Oggi è già possibile che un auto posteggi da sola, rilevi gli ostacoli e freni da sola. Può anche riportarti in carreggiata se le ruote toccano le linee laterali della strada che si percorre. A queste funzioni si aggiunge la Ford Blue Cruise che consente ai conducenti di provare la guida senza mani per 130mila chilometri.

Dalla collaborazione con Argo Al, società di software, la Ford Motor Company nascono una serie di test ad Austin in Texas, diventato un sito per provare i veicoli autonomi in partnership con Walmart. Questa proverà i modelli autonomi nel servizio di consegna, e il servizio di ridesharing Lyft. La svolta negli ultimi test è la completa assenza del conducente umano.

Enormi progressi dunque per Argo Al e Ford che sperimentano in situazioni di traffico intenso, in diverse città come Austin. Si tratta di modelli che utilizzano l’intelligenza artificiale necessaria ad ottenere l’importante risultato innovativo. La casa americana ha già stanziato 6 miliardi di euro per lo sviluppo della guida autonoma entro il 2025 ed è in procinto di collaborare anche con Uber.

Ma anche le altre case automobilistiche non stanno a guardare e le sperimentazioni proseguono anche per Mercedes con il suo Drive Pilot che prevede comunque ancora la presenza umana a bordo, o la Nissan che ha messo in vendita per prima un’auto con guida autonoma di livello 3 la Skyline con il sistema ProPILOT 2.0 che crea una mappa dell’ambiente circostante in 3D grazie a 7 telecamere, 5 radar e 12 sonar e permette la guida in autostrada. Non ci resta che aspettare di vedere i nuovi lanci di Volvo con Ride Pilot e di Hunday con il nuovo concept elettrico Seven e il suo volante a scomparsa, mentre Volkswagen sta sviluppando le sue navette senza pilota sempre con l’aiuto di Argo Al.