Allerta alimentare, ritirati dagli scaffali diversi prodotti per rischio chimico o presenza di allergeni

Allerta alimentare. Il Ministero della salute ha diramato l’ordine di ritiro dai negozi e dai supermercati di alcuni prodotti largamente diffusi per rischio chimico e presenza di allergeni. Scopriamo di quali si tratta

allerta alimentare
Semi di chia ritirati per allerta alimentare (Pixabay)

Come specificato sul sito del Ministero della Salute, gli operatori del settore alimentare vigilano e hanno l’obbligo di rendere note informazioni alla popolazione in caso di non conformità riscontrata in prodotti messi in commercio, a prescindere dal luogo e dalla catena in cui vengono venduti. I controlli sono estremamente rigidi e si può arrivare al ritiro temporaneo di alcuni alimenti dal mercato.

Nel malagurato caso in cui il prodotto sospetto sia già stato venduto al consumatore, gli operatori preposti devono provvedere immantinente al richiamo che viene reso noto tramite la pubblicazione sul portale internet del Ministero stesso. Non appena la situazione verrà risolta, nel medesimo modo, vengono rese note anche le revoche dei suddetti richiami, sono dopo riscontri di risultati di analisi favorevoli.

Allerta alimentare: ritirati Semi di Chia (Salvia hispanica) e Cornflakes di mais da agricoltura biologica (Crownfield)

allerta alimentare
Corn Flake Crownfield (Instagram)

In data 26 maggio 2022 è stato imposto il ritiro da parte del Ministero della Salute di alcuni lotti di cornflakes di mais da agricoltura biologica a marchio Crownfield.

Suddetto prodotto è largamente venduto nella catena tedesca di supermercati Lidl, facente parte dello Schwarz Gruppe. Il richiamo è sopraggiunto  a causa di una “potenziale presenza di Aflatossine”. Le confezioni di cornflakes interessate sono vendute in scatole da 375 grammi e riportano le seguenti date di scadenza: 29 maggio 2023, 30 maggio 2023 e 04 giugno 2023.

I cornflakes di mais da agricoltura biologica a marchio Crownfield sono stati prodotti, come già specificato, per Lidl dall’azienda Nordgetreide GmbH Co. KG nello stabilimento di Macklenbruger Straße 202, a Lübeck, in Germania.

La catena di discount della Grande distribuzione organizzata raccomanda ai propri clienti di non consumare l’alimento e di restituirlo presso il punto vendita Lidl più comodo.

In data 31 Maggio 2022, inoltre, è stato pubblicato un nuovo richiamo sul sito Salute.gov. Sono stati ritirati dal commercio alcuni lotti dei Semi di Chia di DBT e di Cucina e Sapori. Il rischio riguarda la presenza di allergeni, in particolare quello della soia, non opportunamente segnalato nell’etichetta.

Il nome dello stabilimento produttore è Pedon S.P.A., con sede in via del Progresso 32 a Colceresa (VI). Di seguito i lotti interessati:

  • Semi di Chia di DBT.  Data di scadenza o termine minimo di conservazione del 18 giugno 2023 e unità di vendita rappresentato dalla confezione da 150 grammi.
  • Semi di Chia di DBT. Data di scadenza o termine minimo di conservazione del 19 giugno 2023 e unità di vendita rappresentata dalla confezione da 250 grammi.
  • Chia semi di Cucina e Sapori. Data di scadenza o termine minimo di conservazione dell’11 giugno 2023 e unità di vendita rappresentata dalla confezione da 250 grammi.

Si raccomanda di non consumare il prodotto e contattare il servizio clienti MD al seguente numero: 800.555.000.

BONIFICO BANCARIO CONSIGLIA… COME RICONOSCERE UN VINILE O UNA VHS RARI