Come risparmiare in casa: i trucchi per pagare meno la bolletta

Risparmiare in casa è possibile, basta fare attenzione a piccole azioni: un beneficio per le tasche e l’ambiente

Come risparmiare in casa
Pixabay

Risparmiare oggi è una necessità. Il caro-vita è diventato un pensiero fisso per gli italiani che vedono aumentare tutto. Costano di più i beni alimentari di base, pasta, pane e latte, per non parlare poi della benzina. Anzi, il problema sta proprio là perché aumentando i costi energetici, ogni cosa viene trainato.

Costa di più portare la pasta al supermercato e il gestore che è costretto ad alzare i prezzi; e alla fine chi paga è il consumatore finale. Ma se per alcune cose davvero possiamo fare poco, dove dobbiamo intervenire è sulle bollette di casa. Nel nostro appartamento, con dei piccoli accorgimenti, possiamo risparmiare.

Può sembrarci poca cosa, ma alla fine dell’anno parliamo tra varie utenze di 50-100 euro che in questi tempi fanno più che comodo. I benefici non ce l’hanno solo le nostre tasche ma anche l’ambiente. La salvaguardia delle risorse significa difendere il pieneta e la vita di tutti. Perché se da un lato risparmiamo e dall’altro sprechiamo energie, è tutto inutile ed è solo dannoso.

Come risparmiare in casa: i trucchi

Quindi cosa possiamo fare a casa? Innazitutto spegnere i led degli elettrodomestici. Quando la tv non è accesa, togliamo quella lucina rossa. A proposito di luci, facciamo attenzione a spegnerle quando usciamo da una stanza. Se sappiamo che dobbiamo rientrarci, non lasciamola comunque accessa anche se si tratta di pochi secondi. Se li sommiammo, in un anno, in una famiglia, forse significa aver lasciato la luce accesa inutilmente per un giorno.

Altro piccolo trucco. Quando facciamo bollire l’acqua, meglio metterci più tempo tenendo la fiamma non troppo alta e soprattutto il coperchio. E l’acqua che poi scoliamo, non la buttiamo. Una volta raffreddata può essere unita, ad esempio, a quella del condizionatore che possiamo riversare in bagno al posto dello sciacquone. Oppure solo quella del condizionatore, priva di calcare, è ottima per il ferro da stiro.

Ora che è arrivato il caldo, chiudiamo e schermiamo le finestre. Inizialmente può sembrere di avvertire più calore ma poi, al contrario, non facendo entrare aria calda, si sta più freschi e accenderemo meno il ventilatore o il condizionatore.