Spostare il conto da una banca a banca? Vediamo come fare

Spostare un conto corrente da una banca ad un’altra si può fare. Vediamo insieme quale è la procedura

spostare conto banca
(foto Instagram)

Spostare un conto corrente è una procedura chiamata portabilità. Consiste nel trasferire da un conto ad un altro servizi di pagamento e saldo. In pratica avviene una cessione in blocco tra istituti bancari dei rapporti attivi. Ed è un diritto dei consumatori. La maggior parte delle volte viene utilizzata quando aprendo un nuovo conto si vuole procedere alla chiusura del vecchio.

La richiesta di portabilità bancaria non implica necessariamente la chiusura del vecchio conto, ma comporta lo spostamento di alcuni o tutti i servizi ad esso collegati. La legge prevede un tempo massimo di 12 giorni per soddisfare la richiesta del cliente. ed è bene ricordare che la procedura è totalmente gratuita.

Lo spostamento del conto tra banche è possibile e non solo. Vediamo nel dettaglio

Le disposizioni in materia di trasferimento dei servizi di pagamento tra istituti bancari sono regolate dal Decreto legge del 24 gennaio 2015 n.3. La portabilità è prevista anche da e verso il conto postale, carte prepagate o conti di moneta elettronica.

I servizi che si possono trasferire sono l’accredito dello stipendio e della pensione, i bonifici ricorrenti a favore di terzi e gli addebiti diretti. In pratica è possibile trasferire da un conto ad un altro le domiciliazioni bancarie delle utenze domestiche. Stesso discorso per abbonamenti e pagamenti regolari il cui addebito è trasferibile in blocco.

La procedura ha vantaggi notevoli per i clienti che non dovranno preoccuparsi di contattare ogni fornitore di servizi, né datori di lavoro o enti come l’INPS. E il diritto del consumatore è sempre valido anche in presenza di un conto corrente in negativo. Il saldo potrà essere effettuato dall’altro conto.

Le condizioni del nuovo conto su cui trasferire i servizi sono molto semplici. Deve essere aperto da un operatore che si trovi in Italia ed essere intestato allo stesso titolare. In ultimo deve essere aperto con la stessa valuta del precedente. L’accortezza è essere certi di avere i fondi sufficienti per adempiere ai pagamenti che si intendono spostare. Allo stesso tempo il cliente deve preoccuparsi di adempiere a tutti gli obblighi pendenti con la banca da cui si sposta.