Una moneta graziosa da 50 centesimi: l’avete mai vista? Oggi vale un bel gruzzoletto – FOTO

Una moneta particolare dal valore nominale di 50 centesimi è stata stampata dalla Royal Mint (Zecca di Stato britannica) per omaggiare un famoso autore e la sua opera più famosa. Di cosa si tratta

Moneta 50 centesimi Pupazzo di neve
Monete (Pixabay)

Molte persone quando tornano da un paese straniero hanno l’abitudine di portare a casa qualche cimelio che ricordi quel particolare viaggio; spesso gli oggetti più gettonati risultano essere le monete.

Ebbene, se siete stati recentemente nel Regno Unito potreste avere la fortuna che, tra le monete del vostro resto, abbiate ricevuto dei pezzi particolari, con un valore effettivo superiore a quello nominale. La Royal Mint, cioè l’organismo autorizzato a coniare le monete in UK, è attiva da oltre 1100 anni. Ancora oggi si occupa di mettere in circolazione unità commemorative di determinati eventi o personaggi. Ad esempio, proprio nel 2022 è stata rilasciata una moneta per celebrare il Giubileo di Platino, ossia il 70esimo anniversario di regno della regina Elisabetta II. Qualche anno fa, invece, è stata diffusa una moneta per ricordare un altro tipo di successo della cultura britannica. Scopriamo di cosa si tratta.

Moneta da 50 centesimi per commemorare Raymond Briggs e il suo “Pupazzo di Neve”

Moneta 50 centesimi Pupazzo di neve
Moneta da 50 centesimi di Sterlina – Pupazzo di Neve (Foto dal web)

Raymond Redvers Briggs è un illustratore, fumettista e scrittore britannico, nato a Wimbledon il 18 gennaio 1934. Tra le sue opere di maggior successo, anche in ambito internazionale, vi è il romanzo grafico per bambini “Il pupazzo di neve”, pubblicato nel 1978.

Non è solo un libro natalizio ma tratta il tema della caducità della vita. La trama è molto semplice. In una nevosa giornata invernale, un ragazzino di nome James costruisce un pupazzo di neve. Allo scoccare della mezzanotte esso si anima e inizia a giocare con il suo giovane creatore. Insieme volano sopra le South Downs e vedono l’alba dal molo grande di Brighton. La mattina seguente il ragazzo scopre, al suo risveglio, che il pupazzo si è sciolto e non c’è più.

Sono state realizzate dalla Royal Mint ben quattro diverse varianti della graziosa moneta da 50 centesimi di sterlina raffigurante “Il pupazzo di neve”. Scopriamo il loro valore.

Una moneta commemorativa è stata rilasciata per la prima volta nel novembre 2018 per celebrare i 40 anni dalla pubblicazione del romanzo natalizio di Raymond Briggs. L’oggetto in questione raffigurava il pupazzo di neve che volava nel cielo sopra il molo di Brighton insieme al giovane umano di nome James.

Successivamente, nel novembre 2019, è stata coniata la seconda moneta che mostra il pupazzo di neve, stavolta su un prato innevato con James di fronte a lui e la foresta sullo sfondo.

Nella terza moneta, invece, l’incisione raffigura il pupazzo di neve mentre abbraccia il suo creatore, il giovane James.

Infine, un ultimo pezzo è stato realizzato l’anno scorso e presenta una scena tratta direttamente dal libro di fiabe in cui James “costruisce” il suo amico, il pupazzo di neve (vedi foto in alto).

Monete “Il Pupazzo di Neve” da 50 centesimi: la cifra di vendita

Nessuna delle quattro monete è stata messa in circolazione: i collezionisti hanno potuto metterci le mani sopra solamente acquistandole tramite i canali ufficiali della Royal Mint.

Al momento è possibile anche trovarle in vendita sul sito d’aste online eBay. Una delle più recenti unità è stata ceduta per 25 sterline, pari a quasi 30 euro. Anche le versioni del 2018 e del 2019 sono state vendute entrambe per una simile cifra.

Potrebbe sembrare un guadagno irrisorio ma dovete considerare che le monete “Pupazzo di Neve” sono state realizzate da pochissimo tempo e già il loro valore nominale è salito in maniera incredibile. Tra qualche anno potrebbe essere ulteriormente maggiorato, tanto da essere considerato oggi un vero e proprio investimento per il futuro.

BONIFICO BANCARIO CONSIGLIA… COME RICONOSCERE UN VINILE O UNA VHS RARI