Assegno per i disoccupati da 2.500 Euro: arriva dal Governo ma solo per una volta

La piaga del lavoro continua ad incombere sul nostro Paese. Sono tantissimi i giovani che non riescono a trovare lavoro. Il Governo, per rimediare al problema, ha stanziato dei fondi per intraprendere una strada lavorativa. Scopriamo quale.

bonus disoccupati
(Pixabay)

Negli ultimi anni, il problema della mancanza di lavoro si è fatto sentire. Una vera e propria piaga che riguarda il nostro paese e che diventa sempre più invalidante per molti giovani.

Un problema che non riguarda soltanto il sud Italia, ma anche la parte alta del nostro Paese. Ma andiamo a scoprire nel dettaglio alcune iniziative del Governo per venire incontro ai giovani.

Assegno per disoccupati: in cosa consiste e perchè il Governo dà questa somma

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

bonus disoccupati
(Pixabay)

Per i giovani di oggi trovare un lavoro stabile è diventato sempre più difficile. Proprio per questo, il Governo ha deciso di dare un aiuto, venendo incontro ai disoccupati. Stiamo parlando di un contributo pari a 2500 euro.

Con questa mossa, il Governo vuole aiutare ogni disoccupato ad inserirsi nel mondo del lavoro. Un passo avanti considerando che, fino a poco tempo fa, la somma data era di 1000 euro. Un’opportunità che permette di trovare lavoro sin da subito in un settore che è quello di autotrasportatori e camionisti.

Un settore che sta vivendo una forte crisi, visto che sono molte le ditte che non riescono a trovare personale.

Ricordiamo, a chi non lo sapesse, che per fare il lavoro di camionista serve una patente particolare e un’abilitazione dal costo di quasi 3 mila euro,

Proprio per questo motivo, il Governo ha deciso di creare un bonus patente. Com’è facile intuire, non si tratta di un’agevolazione utile a ottenere la consueta patente B, ma quella necessaria per guidare i TIR.

Un’iniziativa molto significativa che consentirà a chi lo desidera di intraprendere questa strada, coprendo tutte le spese che servono per diventare camionista.

Un requisito importante, per poter ricevere il bonus, è avere massimo 35 anni d’età e non è necessario l’ISEE.

La buona notizia è che, oltre a questo bonus nazionale, ci sono anche altri bonus erogati dalle regioni. Somme che si possono aggiungere tranquillamente al bonus nazionale.