Addio cartelle esattoriali fino a 10.000 Euro, così dovrebbe andare

La Lega chiede la pace fiscale per aiutare i contribuenti italiani a cui, in questi giorni, stanno arrivando dal Fisco le cartelle esattoriali pregresse.

STOP CARTELLE ESATTORIALI
(foto Canva)

Il Fisco sta completando l’iter per l’invio delle cartelle esattoriali pregresse che erano state bloccate per via dell’emergenza Covid-19. Gli atti relativi al 2020 e al 2021 dovrebbero essere ricevuti da tutti i contribuenti entro la fine del mese corrente. Alle cartelle pregresse, però, si sommeranno le cartelle relative anche a quest’anno, circostanza che potrebbe gravare pesantemente sui contribuenti. In merito, il leader della Lega Matteo Salvini avrebbe chiesto al Governo una pace fiscale per andare incontro ai cittadini.

Cartelle esattoriali, in arrivo milioni di atti: Salvini chiede al Governo pace fiscale

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

“Spero che il premier Draghi alzi la voce, così come fatto per le spiagge, anche quando c’è di mezzo la vita di 15 milioni di persone. Lui ha l’autorevolezza per farlo”. Così si è rivolto, alcune settimane fa, al Presidente del Consiglio il leader della Lega Matteo Salvini che continua chiedere la pace fiscale per milioni di contribuenti italiani.

Entro fine giugno, difatti, il Fisco terminerà di inviare le cartelle esattoriali relative al 2020 e al 2021, che erano state bloccate per via della pandemia, e quelle relative all’anno in corso per un totale di circa 20 milioni di atti. Una vera stangata per gli italiani che già stanno affrontando l’aumento dei prezzi dovuto al conflitto in Ucraina. Per tale ragione Salvini ha chiesto la pace fiscale andando a chiudere i contenziosi con l’Agenzia delle Entrate per molti cittadini, la maggior parte dei quali, ha spiegato l’ex ministro dell’Interno, sarebbe sotto la soglia dei 10mila euro.

Stiamo parlando di milioni di italiani – ha proseguito Salvini, come riporta Il Sole 24 Oreche non avevano prima i soldi per poter pagare le cartelle, figuriamoci adesso con l’attuale situazione”.

La proposta del Carroccio sarebbe, dunque, quella di una pace fiscale e rottamazione per le cartelle esattoriali che hanno un importo ridotto in modo da dare un aiuto alle famiglie italiane, reduci da un biennio molto complicato, e permettere al Fisco di andarsi a concentrare sui grandi evasori.