Acqua in casa: potete risparmiare in questi semplici modi

Come risparmiare sull’acqua? Scopriamo insieme alcuni semplici modi da utilizzare in casa ed avere meno preoccupazioni.

Spreco dell'acqua
Acqua in casa (Pixabay)

La scarsità idrica continua a farsi sentire e mai come quest’anno bisogno correre ai ripari. Si cercano soluzioni al riguardo e Cap, gestore del servizio nell’hinterland, Città metropolitana e Comuni ha elaborato un elenco con dieci consigli per risparmiare fino 100 litri di acqua all’anno a persona. Si tratta di azioni semplici e dinamiche che possono fare molto.

In questi ultimi giorni, inoltre, sono stati pubblicati diversi provvedimenti da parte di molti comuni italiani che impongono delle regole ai cittadini proprio sul consumo del bene primario.

Acqua in casa, il vademecum da seguire

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

La lista ideata dal Cap è la seguente:

  • Inserire un “frangigetto” al rubinetto: un miscelatore da inserire all’interno del rubinetto che aggiunge aria al getto d’acqua erogato, si arriva a risparmiare 6-8 mila litri ogni anno.
  • Se rubinetto o lo scarico del WC perdono, bisogna ripararli: le perdite domestiche sono la causa di uno spreco di circa 100 litri al giorno
  • Preferire lo scarico con pulsanti a quantità differenziate o con una manopola di regolazione: il risparmio annuo va dai 10 e 30 mila litri.
  • Preferire la doccia alla vasca: in doccia il consumo medio è di 40-60 litri di acqua, mentre per la vasca due o tre volte maggiore.
  • Tenere chiuso il rubinetto quando si lavano i denti o le mani: chiudere l’acqua quando non serve, si risparmia 5mila litri l’anno.
  • Usare lavastoviglie invece di lavare i piatti a mano e la lavatrice invece di lavare i panni a mano. Inoltre, avviare gli elettrodomestici solo a pieno carico.: in questo modo si risparmiano fra gli 8 gli 11 mila litri d’acqua annui.
  • Lavare l’auto solo se necessario e utilizzare il secchio anziché il tubo: il risparmi e di oltre 100 litri d’acqua per ogni lavaggio.
  • Innaffiare le piante del balcone o giardino la sera così l’acqua evaporerà più lentamente, per un risparmio medio complessivo di circa 5-10 mila litri all’anno.
  • Non buttare l’acqua di cottura che si rivela ottima per innaffiare le piante e risparmiare così fino a 1800 litri d’acqua all’anno.
  • Recuperare l’acqua piovana sul balcone e in giardino da usare per innaffiare le piante.