Canone tv abolito, quando avverrà anche in Italia

Canone tv abolito: un risparmio per oltre 100 euro a famiglia. Nel nostro paese comunque novità importanti dal 2023

Canone tv abolito
Pixabay

È tra le tasse meno amate in Italia. In tanti da anni chiedono l’abolizione e chi invece va verso questa direzione è un altro paese. “Questa estate elimineremo il canone tv”, ha la premier francese, Elisabeth Borne. Un’operazione che consentirà un risparmio di 138 euro a famiglia, ha affermato all’Assemblea nazionale spiegando quali sono le linee programmatiche del governo.

Una novità ci sarà anche per l’Italia. Dal 2023 il pagamento del canone tv verrà eliminato dalla bolletta elettrica. Oggi infatti su ogni fattura paghiamo 18 euro, pari a 9 euro al mese e dunque meno di 100 euro all’anno rispetto alla quota antecedente al 2016.

Da quell’anno infatti il governo guidato da Matteo Renzi inserì in canone nella bolletta elettrica, obbligando così molti cittadini che priva evadevano a pagare il servizio pubblico. Dal prossimo anno non sarà più così, ma non è ancora chiaro come si andrà a pagare, se con il vecchio metodo o un altro ancora.

Canone tv abolito, Italia come Francia o Regno Unito?

La Francia è (ma a quanto pare bisognerà parlare al passato) il secondo Paese con il canone per la televisione più alto. Il primato spetta alla Germania. I tedeschi pagano infatti ben 210 euro all’anno per la tv di Stato. Attualmente l’Italia con i suoi 90 euro all’anno non è tra i Paesi più cari, ma la soluzione in vigore dal 2023 non piace alla Rai.

C’è infatti il rischio che i livelli di evasione torneranno a quelli precedenti all’inserimento nella bolletta elettrica. Chiunque, anche chi non la Rai di solito o utilizza il televisore per altri scopi (ad esempio come smart-tv quindi per Netflix o altri abbonamenti) deve pagare comunque.

È una questione che si pongono in molti: perché pagare se non si usufruisce del servizio? Con RaiPlay che negli ultimi anni soprattutto sta avendo molti più spettatori, è davvero difficile chi non usufruisce dei prodotti Rai.

Nel Regno Unito la soluzioneè stata trovata con la tv di Stato ha garantito anche prodotti per il digitale e dunque il canone va pagato a prescindere. In Italia potrebbe essere fatta la stessa cosa? Proprio per RaiPlay si potrebbe addurre la stesso motivo ma ora è fondamentale capire come si dovrà pagare ed evitare che si rialzi di nuovo il livello di evasione.