Agevolazioni e sconti sull’energia: dove si possono richiedere

In tempo di crisi energetica ricevere incentivi e sconti sull’energia è sempre utile, in alcune regioni esistono agevolazioni da non perdere.

Agevolazioni energia luce gas come fare domanda
(Colin Behrens – Pixabay)

Se il 2022 è stato l’anno della crisi energetica e del caro-bollette, anche il 2023 non accenna a migliorare da questo punto di vista. La situazione è così delicata che anche al governo hanno deciso di destinare la maggior parte dei fondi statali alla gestione della crisi energetica. Stanziando bonus e agevolazioni di vario tipo, nella speranza di supportare le famiglie nelle spese mensili.

Oltre agli indennizzi statali, però, ve ne sono altrettanti stanziati dagli enti comunali e regionali. Molte regioni, ad esempio, stanno incentivando le comunità energetiche, prevedendo sconti sull’energia e sull’installazione di fonti rinnovabili, come ad esempio il fotovoltaico. L’acquisto di pannelli solari, in particolare, e anche il loro montaggio, è agevolato grazie a sconti e detrazioni.

Sconti energia: ecco i nuovi bandi regionali per il 2023

Molto spesso accedendo ai siti comunali o regionali si riesce a visionare tutti i bandi pubblicati, alcuni dei quali dedicati appunto alle agevolazioni sull’energia. Pensiamo ad esempio alla Sardegna, che ha intenzione di stanziare 7 milioni di euro nel 2023 e altri 7 nel 2024, di cui 2 per le comunità energetiche e 5 per il reddito energetico. La misura sarà rivolta alle famiglie a basso reddito, sia privati cittadini che residenti in condomini.

In Friuli Venezia Giulia, invece, è previsto uno stanziamento di 100 milioni di euro in forma di ecobonus regionale. I fondi, destinati a prime case, seconde case e complessi condominiali, avrà lo scopo di alleggerire le spese per l’energia delle famiglie. Favorendo l’installazione e quindi l’approvvigionamento di energia tramite pannelli solari.

LEGGI ANCHE -> Bonus Benzina 200 Euro: finalmente una buona notizia!

LEGGI ANCHE -> Genitori separati o divorziati? Arriva l’aiuto dello Stato

Anche la Lombardia non è da meno, poiché ha previsto uno stanziamento di 30 milioni di euro dedicato alle micro e piccole imprese. Lo scopo è quello di sostenere le aziende artigiane di dimensioni ridotte a ridurre le spese energetiche, favorendone il passaggio all’uso di energia pulita. Il contributo concesso a fondo perduto è pari al 50% delle spese complessive ammissibili nel limite massimo di euro 50mila euro per soggetto beneficiario.

Infine in Umbria grandi e piccole e medie imprese possono partecipare a un bando da 3,2 milioni di euro per ottenere sconti sull’energia, in particolare sull’installazione di pannelli fotovoltaici.