Bonifico da nonno a nipote: limiti, controlli e sanzioni

Bonifico da nonno a nipote: come può avvenire senza che ci siano problemi legati al limite della soglia stabilita per legge

Pixabay – Bonificobancario.it

Dal 1 gennaio il limite dell’uso del contante è stato modificato. Fino al 31 dicembre era di 2mila euro, attualmente di 5mila euro. Una soglia alzata nonostante i timori che ciò possa favorire il lavoro nero e l’evasione fiscale.

Chi non rispetta questa regola va incontro a pesanti sanzioni. Non sono previste solo per chi paga in contanti oltre questa cifra ma anche per chi la riceve.

Bonifico da nonno a nipote: come fare

I contanti però non vengono utilizzati solo per pagare tangenti o aggirare il fisco. C’è ad esempio il classico caso in cui un parente, come un nonno nei confronti di un nipote o un genitore verso il figlio, li usa come regalo.

LEGGI ANCHE: Conto corrente del genitore: come può controllarlo un figlio

È successo sicuramente anche fino a qualche settimana fa con i regali di Natale. Lo si fa per comodità in modo che il ricevente possa comprare direttamente ciò che preferisce.

Con le nuove regole volute dal governo, però, non vuol dire che non si potranno donare somme superiori al limite. Le donazioni in denaro sono sempre lecite. In questo caso però cambiano le modalità.

Pensiamo a una persona che per studio o lavoro vive lontano da chi vuole regalare i soldi. In questo caso si deve necessariamente procedere con un versamento tracciabile come un bonifico.

Se per il passaggio di denaro in contanti al di sotto di 5mila euro non c’è nessun problema, oltre è importante la causale. È comunque difficile immaginare un regalo di questa portata ma non è escluso.

Infatti anziché regalare direttamente un bene come orologio, gioielli e auto, si può effettuare un bonifico con la cifra necessaria. Basta specificar bene il motivo per non allarmare il Fisco.

Per fare l’esempio del genitore che vuole comprare un’auto al figlio, oltre al nome e al cognome del beneficiario, nella causale si può scrivere appunto la causa del passaggio di denaro, il motivo.

LEGGI ANCHE: Qual è la giacenza media ideale per il vostro conto in banca

Ricordiamo che la causale è libera, non c’è una regola fissa da seguire su cosa scrivere. Dunque si può utilizzare anche la formula “regalo per acquisto auto”.