Occhio al dettaglio quando apri il tuo conto in banca

Il conto il banca ha tante postille e non tutti conoscono nel dettaglio il contenuto del contratto: cosa dobbiamo guardare con attenzione

Adobe – Bonificobancario.it

Prima avere un conto in banca era qualcosa che riguardava solo una certa categoria di cittadini; in modo particolare, chi aveva una certa disponibilità economica. Ora anche la finanza è diventata qualcosa di più “popolare” rispetto a qualche decennio fa e che sono molto diffusi i conti online, la situazione è ben diversa.

Alcuni riguardano i più giovani con offerte per chi ha meno di trent’anni. Ciò fa capire come ormai non sia qualcosa di appannaggio di pochi.

Con la nascita dei conti online – che hanno fatto grande concorrenza ai tradizionali – ormai davvero tutti abbiamo un Iban in tasca.

Conto in banca: cosa può farti spendere di più

Quando si aprono dei conti in banca, bisogna porre attenzione ad alcune cose in particolare. Chi infatti può dire di comprendere pianamente il contenuto del contratto con la banca quando si ape un conto? Vediamo cosa bisogna controllare in modo particolare per non ricevere delle brutte sorprese.

LEGGI ANCHE: Conto corrente a zero spese: i migliori in circolazione oggi

Innanzitutto è bene non fermarsi alla prima offerta, soprattutto quando parliamo di conti online e vagliare diverse possibilità. In mercato oggi è infatti molto ampio e ci sono tantissime particolarità che ogni banca offre.

Solitamente il conto tradizionale non ha veri e propri costi fissi di apertura ma bisogna valutare bene, soprattutto alla scadenza dell’offerta principale, a quanto ammonta il costo del bancomat. Idem per alcuni servizi come i bonifici e i prelievi.

Infatti di solito il conto corrente per risultare più appetibile per il cliente offre un tasso di interesse importante; ciò consente di accumulare un po’ di soldi. Ma ricordiamo che il fine del conto (se non quello deposito) non è questo, ossia far guadagnare al cliente.

LEGGI ANCHE: Nuovi limiti sui contanti | Quali sono nel 2023 e cosa si rischia

La banca che mantenere i nostri soldi, ovviamente, vuole guadagnarci. Alcuni commettono l’errore di vedere solo il tasso d’interesse. È invece importante dare attenzione ai costi per le operazioni. Alcuni sono “nascosti”, nel senso che all’apertura non pensiamo che tale servizio possa servirci e non gli diamo la giusta attenzione. Se poi dovesse succedere di usufruirne, riceviamo la brutta sorpresa, dovendo pagare una cifra inaspettata.