Bonus affitto Under 35, una svolta alla tua vita. Come puoi ottenerlo?

Pedro Sanchez, primo ministro spagnolo annuncia il rilascio di un bonus affitto di 250 euro per i cittadini Under 35.

casa chiavi
Casa con chiavi – Pixabay

Il 5 Ottobre 2021 il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez ha annunciato alla popolazione spagnola la sua decisione di voler rilasciare un Bonus Affitto del valore di 250 euro, destinato ai cittadini residenti in Spagna appartenenti alla fascia d’età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Si tratta della prima di una lunga serie di proposte del Governo di Madrid. Il progetto alla base, infatti, è molto più grande e, se approvato, comporterà una serie vantaggi per il settore immobiliare spagnolo. Tra questi troviamo il Recovery Fund con l’ammontare di 1 miliardo di euro destinati all’edilizia popolare.

LEGGI ANCHE -> Conti in rosso con la truffa dell’iban ritoccato. Persi milioni di euro

Il Bonus Affitto  proposto dal primo ministro Pedro Sanchez sarebbe volto ad aiutare i giovani spagnoli alle prese con i primi affitti. Il Bonus Affitto è rivolto ad una specifica fascia della popolazione spagnola, con una selezione dettata da alcuni pre requisiti.

In primis, la caratteristica principale riguarda l’età. I giovani devono avere un’età compresa tra i 18 ed i 35 anni. Inoltre, non tutti i ragazzi di questa età possono aderire all’iniziativa del primo ministro spagnolo.

Gli Under 35 in questione devono, infatti, godere di un reddito annuale ISEE minore di 23.725 euro.

Bonus affitto di 250 euro per gli Under 35 spagnoli: la proposta del primo ministro spagnolo

pedro sanchez
Pedro Sanchez – Instagram

La proposta del Bonus Affitto trova le sue radici in un problema riguardante l’intera Comunità Europea. Secondo i dati Eurostat, infatti, in media i ragazzi lasciano la propria casa natale sulla soglia dei 30 anni. In particolare, i cittadini spagnoli sembrano peggiorare questo dato, lasciando il tetto familiare circa quattro anni più tardi della media europea.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Decreto GOL: le novità in arrivo per i lavoratori

Lo scopo di questa iniziativa è quindi quello di portare i giovani di oggi a cercare la loro indipendenza senza pesare sulle tasche dei propri genitori. La percentuale di giovani che lasciano la propria casa prima dei 30 anni diminuisce di anno in anno, con un conseguente aumento della disoccupazione giovanile.