Treno in ritardo? Puoi avere un indennizzo. A quanto ammonta e come ottenerlo

Treno in ritardo. É capitato a tutti almeno una volta nella vita. Sapete che potete ottenere un sostanzioso risarcimento? Scopriamo come fare per ottenerlo

Treno
Treno – Foto da Pixabay

Treno in ritardo e conseguenze disastrose. Coincidenze che saltano, lezioni perse, strigliate a lavoro, appuntamenti cancellati; diciamo la verità, è capitato a tutti almeno una volta nella vita.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Conti in rosso con la truffa dell’iban ritoccato. Persi milioni di euro

I motivi possono essere tra i più disparati: dall’errore umano a guasti improvvisi del mezzo o impedimenti sui binari. Se avete aspettato un treno più del dovuto sapete che avete diritto a un indennizzo? L’ammontare, però, dipende dalle compagnie ferroviarie le quali, o autometicamente o su richiesta (sottolineiamo su richiesta) possono risarcire fino al 50% del costo del biglietto. Come fare?

Treno in ritardo: come ottenere una percentuale d’indennizzo

Treno
Treno – Foto da Pixabay

La percentuale di rimborso del prezzo del biglietto del treno in caso di ritardo, come già detto, varia in base alla compagnia e, talvolta, anche a seconda del treno su cui si ha viaggiato.

Sia Trenitalia che Italo corrispondono un risarcimento del 25% se il ritardo in arrivo è compreso tra i 60 e 119 minuti. Superati i 120 minuti scatta il rimborso del 50% sul costo del biglietto.

I Treni Freccia (Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca) che accumulano ritardi compresi tra i 30 e i 59 minuti vi garantiranno da parte di Trenitalia un bonus del 25%  spendibile entro entro 12 mesi per l’acquisto di un nuovo biglietto. Attenzione: il bonus non è cumulabile con il rimborso garantito in caso di ritardo superiore a 60 minuti. Per tutti i treni nazionali è possibile richiedere un bonus, risarcimento in contanti (solo se si è comprato il biglietto nella medesima modalità), oppure un riaccredito per pagamenti effettuati con carta di credito.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Spesa low cost? Risparmia fino a 2.000 euro all’anno. Scopri come fare

É possibile richiedere l’indennità a distanza di 24 ore dal viaggio fino ai 12 mesi successivi. Basterà compilare un form sul sito di Trenitalia, contattare il Call Center o chiedere assistenza all’agenzia di viaggio che ha emesso il biglietto.

Con Italo, invece, il pagamento dell’indennizzo avviene automaticamente tramite voucher o, per coloro iscritti al programma Italo Più, viene erogato su Borsellino Italo.