Prezzi carburante, continuano i rincari: i dati aggiornati

Non si arresta l’ascesa dei costi del carburante: dall’1 ottobre con il rincaro dei prezzi dell’energia e di alcune materie prime la curva resta in salita.

Benzina
(Alex Fox – Pixabay)

Un momento delicatissimo quello che attualmente sta attraversando l’Italia. Da domani 15 ottobre, entrerà in vigore l’obbligo di Green Pass per i lavoratori e numerose le categorie che minacciano scioperi bloccando attività essenziali. Dai trasportatori ai portuali. Una circostanza che desta non poche preoccupazione. A ciò si aggiunge che dal 1° ottobre sono entrati in vigore aumenti consistenti dei prezzi dell’energia. Rincari che si sono riverberati su ogni bene, in realtà. Tra questi il carburante, il cui costo ancor oggi fa registrare segni di salita.

Prezzi carburante, continuano i rincari: sorpresa self-service

Benzina
(Rudy and Peter Skitterians – Pixabay)

Due settimane fa, all’alba dei rincari in vigore dal 1° ottobre, il carburante aveva toccato prezzi stellari, sfiorando, in alcuni casi, i 2 euro a litro. Oggi la situazione non sembra essere cambiata, anzi. Accanto al costo continua a leggersi un segno più che rischia di gravare in maniera considerevole sulle tasche degli italiani.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Gli effetti della pandemia sul lavoro. I dati sconcertanti

Stando a quanto riporta la redazione di AdnKronos, sia la benzina che il diesel sarebbero più cari ed, a sorpresa, soprattutto nella modalità self service. L’Osservatorio prezzi del Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con la Staffetta ha stilato un elenco con i valori medi dei prezzi comunicati dai diversi gestori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ricchezze all’estero: quanto gli italiani hanno portato fuori dai confini nazionali

Nel corso delle prime ore del mattino di ieri, in circa 15mila impianti la situazione era la seguente:

Self Service

Benzina 1,725 euro litro (nelle pompe bianche 1,705 e nelle compagnie 1,732). Incremento attestato +6 millesimi;

Diesel 1,585 euro litro (nelle pompe bianche 1,568 e nelle compagnie 1,592). Incremento attestato +6 millesimi;

Servito

Benzina 1,829 euro litro (nelle pompe bianche 1,753 e nelle compagnie 1,872). Incremento attestato +3 millesimi;

Diesel 1,717 euro litro (nelle pompe bianche 1,620 e nelle compagnie 1,764). Incremento attestato +4 millesimi;

Per il Gpl il costo al servito si attesta sugli 0,801 euro litro (nelle pompe bianche 0,790 e nelle compagnie 0,810). Incremento attestato +4 millesimi. Il Metano sarebbe arrivato a 1,080 euro al kg (nelle pompe bianche 1,085 e nelle compagnie 1,070), il Gnl è giunto a 1,743 euro per kg con un incremento di +11 millesimi.