Certificati anagrafici, in arrivo importante novità: buone notizie per i cittadini

Dal 15 ottobre la Pubblica Amministrazione consentirà ai cittadini di richiedere certificati anagrafici direttamente on-line: le modalità.

Computer
(fancycrave1 – Pixabay)

Anche questa novità si inserisce nel più ampio progetto di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. Dal 15 novembre, infatti, i cittadini potranno richiedere i propri certificati anagrafici direttamente on-line. Tutto questo senza costi ed in maniera rapida. Una vera e propria rivoluzione che, di certo, contribuirà a snellire l’iter e rendere il cittadino ancor più autonomo.

Certificati anagrafici richiedibili on-line dal 15 novembre: le linee guida

Smart Working
(StartupStockPhotos – Pixabay)

Gratis e rapido, queste le parole che rappresentano il nuovo iter che la Pubblica Amministrazione ha deciso di adottare per la richiesta dei certificati anagrafici. A far data dal 15 novembre i cittadini, infatti, potranno evitare di recarsi negli uffici preposti ed aspettare che si smaltiscano interminabili file. Direttamente da casa potranno richiedere e ricevere il documento di cui hanno necessità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus Facciate: come ottenerlo e cosa cambia nel 2022

Il nuovo servizio messo a disposizione permetterà, infatti, di entrare in possesso di numerosi certificati. Attraverso l’ANPR, ossia il sistema che connette i Comuni con le altre amministrazioni, che consente un interscambio di documenti nel massimo rispetto della Privacy. Al suo interno, riporta Qui Finanza, attualmente sarebbero contenuti quasi la totalità dei dati dei cittadini italiani. Grazie a questo supporto è possibile avere un unico punto di raccolta delle informazioni da cui attingere in caso di richiesta.

Da lunedì 15 novembre, grazie all’importante investimento effettuato dalla PA, poter accedere a queste informazioni sarà consentito anche ai cittadini senza doversi recare fisicamente nell’ufficio di competenza. Gli atti richiesti non saranno soggetti ad imposta di bollo, il che significa che saranno completamente gratuiti. I documenti potranno essere scaricati direttamente in formato Pdf oppure esser fatti recapitare alla propria e-mail.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Canone Rai, aumento ed estensione a cellulari e tablet: i dettagli

Per accedere al Portale bisognerà essere in possesso di Spid, carta d’identità elettronica oppure di una Carta Nazionale dei Servizi. Ma quali sono i certificati che possono essere richiesti? Le tipologie sono molteplici: dall’atto di nascita a quello di matrimonio, per poi passare al certificato di cittadinanza, residenza, stato civile.