Bonus mamma domani: è possibile ancora richiederlo, ecco come

Bonus di 800 euro in arrivo, ecco chi saranno i beneficiari dell’aiuto previsto dal Governo per il prossimo anno: tutti i dettagli

famiglia
famiglia (Pixabay)

Nonostante il 2021 non sia ancora terminato e sono tante le agevolazioni che le famiglie possono richiedere entro il 31 dicembre, il Governo ha già dichiarato quali saranno i bonus previsti per il 2022.

Tra questi saranno prorogati il bonus mobili, manutenzione, green, prima casa under 36 e tanti altri ancora. Ce n’è uno in particolare che i cittadini devono affrettarsi a richiedere, è quello che prevede 800 euro.

Bonus 800 euro, che cos’è e a chi spetta?

Soldi in arrivo
Soldi in arrivo (foto da Pixabay)

Il bonus degli 800 euro, chiamato bonus mamma domani, è previsto per tutte quelle famiglie che faranno domanda entro il 31 dicembre 2021. Esso è stato ideato come aiuto per tutti quei genitori con i figli a carico che devo effettuare diverse spese nel corso dell’anno.

Per richiederlo però sono necessari alcuni requisiti:

  • le mamme dovranno aver superato il settimo mese di gravidanza;
  • residenza in Italia;
  • cittadinanza italiana o comunitaria;
  • le mamme non comunitarie devono possedere il permesso di soggiorno UE.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>I dati della raccolta delle olive sono sconcertanti. L’inflazione sale anche sull’olio

Fare la domanda è molto semplice: basterà inviare la richiesta all’Inps, dove dovrà essere allegata la certificazione sanitaria con cui il medico specialista indica la data presunta del parto. Il tutto deve avvenire almeno dopo il settimo mese di gravidanza.

La richiesta può essere presentata anche dopo il parto, ma in quel caso la mamma dovrà indicare la data e le generalità del bambino. Rientrano nel bonus anche i casi di adozione dove sarà obbligatorio presentare in allegato il provvedimento giudiziario.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Gratta e vinci. Dopo la storia del tabaccaio di Napoli, un’altra notizia dalla Campania. Il finale è ben diverso

Se la richiesta va a buon fine, tutti i soggetti che hanno fatto la domanda potranno aspettarsi l’importo nel giro di due mesi. La quota potrà essere inviata sul conto corrente, libretto postale, carta prepagata con iban, bonifico domiciliato in Posta così da poter ritirare la somma in contanti. Che aspettate? Il tempo massimo sta per scadere.