Supermercati, in quali si risparmia di più? Questi sono i risultati del confronto

E’ stata Altroconsumo a condurre l’indagine: ha messo a confronto noti marchi di supermercati ed ha stabilito quali realmente sono convenienti ed economici per l’acquisto di beni essenziali. Vediamo insieme i risultati

supermercati più economici
(Pixabay)

Nonostante le spese per il pranzo di Natale e il cenone di San Silvestro siano ormai concluse, entrare al supermercato per l’acquisto di beni essenziali è all’ordine del giorno nel corso di tutto l’anno.
Molto spesso viene prediletto un supermercato o un discount per la vicinanza dalla propria abitazione. Questo però comporta che non sempre la scelta viene effettuata in base alla convenienza e al buon rapporto qualità-prezzo.
Nella maggior parte dei casi la spesa per casa è dettata dall’abitudinarietà.

Molti italiani dallo scoppio della pandemia vivono periodi economici molto difficili. L’aumento dei prezzi delle materie prime rende i costi minimi della vita più alti e non tutti riescono a fronteggiarli con la propria entrata. Non è facile gestire la crisi economica e c’è sempre più tendenza ad accumulare soldi sui conti correnti: gli italiani e, più in generale, gli europei, associano i soldi “da parte” ad una concezione di ricchezza.
La corsa al risparmio sembra essere diventata una vera e propria mania che le persone adottano per sopravvivere. Questo comporta anche una forte attenzione ad offerte e promozioni. Ma piuttosto che abbandonare la qualità di un bene alimentare in favore di un cartellino d’offerta, è bene considerare che ci sono alcune catene di distribuzione che sono più convenienti rispetto ad altre.

Supermercati, quali sono i più economici? Qui possiamo cercare la convenienza

supermercati più economici
(Pixabay)

Altroconsumo ha svolto una significativa indagine per rispondere al bisogno degli italiani di ricerca di convenienza e risparmio. Ha cercato di capire quali sono i supermercati ideali per effettuare la propria spesa.
L’associazione dei consumatori si è basata su 125 tipologie di prodotti generici, destinati tanto al frigorifero quanto alle dispense varie e li ha confrontati su 1148 supermercati diversi, presenti in 70 città italiane.

In cima alla graduatoria si conferma un discount che non sorprende molti di noi: l’Eurospin. Continua ad essere uno dei più gettonati, grazie all’ottimo rapporto qualità-prezzo dei prodotti.
Per quanto riguarda gli ipermercati, il più conveniente è la Conad.

Leggi anche -> PostePay, novità incredibile per gli utenti: il servizio Open che tutti stavano aspettando

Da un punto di vista geografico, il Veneto si aggiudica il primo posto: ospita la città più economica in termini di spesa alimentare: Rovigo consente un risparmio di 1720 euro rispetto ad altre città.
Al secondo e terzo posto invece troviamo Reggio Emilia e Ravenna, al quarto Brescia.
Riassumendo, le città settentrionali sono più economiche: molto probabilmente grazie ad una maggiore scelta e un maggior numero di varianti in fatto di supermercati, rispetto alle città del Sud.

Ma osserviamo anche l’altro piatto della bilancia: i market più dispendiosi sono il Sigma di Bologna e Ravenna, insieme a Doc ed Elite di Roma.