Fondo giovani: tutto quello che c’è da sapere sul prestito per gli studenti

Lo Stato per i giovani ha pensato a dei fondi per finanziare corsi di laurea e di formazione. Ma andiamo a scoprire nel dettaglio come funziona il fondo per studenti.

fondo studenti
Come funziona il fondo per studenti(Pixabay)

Uno degli anelli deboli del nostro Paese sono senza ombra di dubbio i giovani. Oltre ad avere poche
certezze per il futuro, ai giovani senza lavoro spesso non viene data neanche l’opportunità di
ricevere un prestito per poter finanziare i propri progetti.Proprio per questo, negli ultimi anni sono nati i prestiti agevolati che, garantiti dallo Stato, consentono di far fronte alle spese universitarie e a quelle di formazione. Ma andiamo a scoprire
innanzitutto i requisiti per riceverli:

Requisiti per ricevere i fondi

fondo per studenti
(Pixabay)
  • Età tra i 18 e i 40 anni;
  • Iscrizione ad un corso di laurea magistrale con diploma di almeno 100/110;
  • Iscrizione ad un corso di laurea triennale con diploma con punteggio di almeno 75/100;
  • Iscrizione ad un Master universitario di primo e secondo livello con diploma di laurea con votazione di almeno 100/110;ù

LEGGI ANCHE–>Disoccupazione, i dati Istat fanno finalmente ben sperare

  • Iscrizione ad un dottorato di ricerca all’Estero con durata legale triennale;
  • Iscrizione ad un corso di specializzazione avvenuta in seguita al conseguimento del diploma di laurea magistrale a ciclo unico di medicina e chirurgia con voto minimo 100/110;
  • Iscrizione ad un corso di lingue con durata di minimo 6 mesi e che sia riconosciuto da un Ente Certificatore.

I prestiti agevolati a disposizione dei giovani: come funzionano

fondo per studenti
Fondo studenti (Pixabay)

I prestiti a cui possono accedere i giovani sono fondamentalmente due: prestiti d’onore e fondo per
lo studio.

I primi sono dei prestiti che consentono a chi ne beneficia di non pagare la rata, o di pagarne una più
bassa, mentre si frequenta un corso di formazione oppure un’università. Ogni studente che riceve
questo prestito, poi, potrà in un secondo momento fare un piano di rientro ad un tasso di interesse.
UniCredit, Banca Sella, Intesa SanPaolo e Bnl Bnp Paribas consentono di usufruire di questo tipo
prestito.

LEGGI ANCHE–>ISEE 2022, istruzioni per l’uso: come si calcola autonomamente

Fondo Studio: come funziona

Oltre al prestito d’onore, è stato istituito anche un Fondo per il credito ai giovani (Fondo Studio). Si
tratta di un finanziamento che permette allo studente di iscriversi all’università oppure seguire dei
corsi di specializzazione dopo la laurea.

Possono usufruirne i giovani tra i 18 e i 40 anni e viene data una garanzia al 70% sui finanziamenti
fino a 25 mila euro. Tutto ciò che bisogna fare è compilare un modulo di richiesta, per poi recarsi
nella sede della banca che aderisce a questa iniziativa.

I finanziamenti possono essere cumulati tra di loro ma fino ad un massimo di 25 mila euro e vengono
erogati in rate annuali del valore di 3-5 mila euro. Le condizioni, e il tasso applicato, viene deciso
dalla singola banca e la durata del prestito è tra i 3 e i 15 anni. La restituzione, poi, comincia dopo 30
mesi.