Libretto postale, il rischio è davvero dietro l’angolo

Chi di voi possiede un libretto postale? Sapete come utilizzarlo e quando non è possibile farne uso? Tutti i dettagli.

soldi libretto postale regole
Soldi (Pixabay)

Risparmiare dei soldi è molto difficile al giorno d’oggi, dal momento che le spese da effettuare sono duplicate. Ma coloro che ancora riescono nell’ardua impresa dove li depositano?

Esistono vari modi per farlo, in particolare aprire un conto corrente dove lasciare la somma risparmiata o un libretto postale. Questi hanno delle particolarità da non sottovalutare riguardo ai costi e possibilità.

Libretto postale, tutti gli aspetti da non sottovalutare

Aprire un libretto postale è molto semplice, basta seguire tutto l’iter previsto dalle poste e il gioco è fatto. Ciò che la maggior parte delle persone non tiene conto è che esistono due tipi di libretto: ordinario e smart.

Il primo consiste nella forma più tradizionale e permette di versare e prelevare attraverso tutti gli uffici postali con la Carta Libretto che viene utilizzata anche dai possessori del Libretto Smart. Questo secondo tipo prevede un azzeramento quasi totale di ogni forma di strumento cartaceo, il che vuol dire che può essere utilizzato solo l’applicazione telematica Bancoposta.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Modello 730 precompilato: come funziona e come trovarlo online dal 23 maggio

In tutti e due i casi la Carta Libretto è una forma di tessera simile ad una prepagata. La differenza sostanziale sta nel fatto che quest’ultima non può essere utilizzata direttamente per gli acquisti ma solo per controllare e prelevare attraverso gli ATM Postali, cioè quelli che si trovano fuori agli uffici postali.

Inoltre, non si può prelevare in alcuni orari quando il sevizio PostaMat è in manutenzione, solitamente riguarda la fascia oraria notturna compresa tra le 2.00 e le 4.00 del 2° giorno lavorativo della settimana, mentre per tutti gli altri giorni solo per 10 minuti a partire dalle 2 di notte.

TI POTREBBE INTERRESSARE ANCHE>>>Aggiornamento Whatsapp, cosa introduce il prossimo update: le novità

Un altro aspetto da non sottovalutare riguarda la cifra massima da prelevare. L’importo giornaliero previsto è di 600 euro mentre quello mensile di 2500 euro. Per altri dubbi vi consigliamo di chiedere al proprio ufficio postale o al sito ufficiale delle Poste italiane.