Falso Isee, condannata per aver beneficiato di agevolazioni senza diritto

Falso Isee, si rischia molto se si tenta di ottenere benefici che non spettano: i controlli possono scattare anche dopo qualche anno

Falso Isee
Isee (foto Twitter)

Tempo di Dichiarazione di Redditi e di Isee per poter ottenere dei benefici fiscali. Sono sempre di più gli italiani che fatto richiesta dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente.

In periodi di crisi come questa che stiamo vivendo per milioni di persone è essenziale dimostrare di vivere non in una situazione agiata e ottenere bonus, sconti e altri tipi di aiuti.

Ma come purtroppo sempre più spesso accade in quest’ambito, sono tanti anche i tentativi di truffa, persone che non hanno alcun diritto e cercano comunque di ottenere diritti che non gli spettano. Un danno alla collettività perché si tolgono risorse per chi ha bisogno ma anche a sé stessi perché si tratta di un reato.

Lo abbiamo visto, per fare un esempio, con i tantissimi cittadini che fanno richiesta del Reddito di Cittadinanza, la madre di tutti gli aiuti, lo ottengono anche per mesi e poi si scopre che non avevano alcun diritto.

Falso Isee, il caso di Trieste

La storia del falso Isee arrriva da Trieste. Come riporta il quotidiano Il Piccolo, una donna di 46 anno, R. S., per due anni scolastici, nel 2017-2018 e nel 2018-2019, aveva beneficiato di contributi comunali riguardanti la refezione e il trasporto del figlio a scuola. 597 euro ottenuti in base a quanto dichiarato dall’Isee ma i contenuti del documento non erano veri.

L’avvocato della donna, Antonio Santoro, ha chiesto il rito abbreviato e il Gup Carlo Isidoro Colombo, ha condannato la madre del minore a 1 anno e 8 mesi, senza la sospensione condizionale della pena.

Isee basso, quale beneficio si può ottenere

L’Isee basso consente una serie di agevolazioni fondamentali per alcuni nuclei familiari per arrivare a fine mese. È indispensabile ad esempio per ottenere il bonus bollette luce e gas, previsto per chi ha un’Indicatore che va dagli 8 mila ai 12 mila euro.

Ricordiamo che in questo caso non è necessario presentare alcuna domanda poiché a fronte di una situazione economica che rientra in questa fasce, l’ARERA (l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), riconosce lo sconto in bolletta automaticamente.

Come compilare da soli il modello 730