Diritti ai bonus, grazie al servizio Inps scopri cosa ti spetta

Diritti ai bonus, come vedere velocemente se puoi fare domande all’Istituto di Previdenza per le agevolazioni

Diritti ai bonus
Pixabay

Sono sempre di più gli italiani che fanno domanda per ottenere i bonus. Per molti sono indispensabili per arrivare a fine mese. Negli ultimi tempi la domanda che più coinvolge gli italiani è quella per l’Assegno Unico e Universale dei figli fino a 21 anni. Tante altre si possono presentare anche senza Isee perché non è indispensabile avere una determinata situazione economica.

Così come molti fatto istanza, tanti altri si chiedono a quale agevolazione hanno accesso o comunque infromazioni sulla domanda presentata. Per tale motivo esiste il Portale delle Famiglie che assiste genitori e cittadini che vogliono consulenza sulle tantissime agevolazioni che esistono.

Lo strumento è stato creato dall’Inps non solo per fornire informazioni sulle prestazioni a sostegno dei nuclei familiari ma anche per avere con i cittadini maggiori interazioni con lo stesso Istituto.

Diritti ai bonus, come si utilizza il Portale delle Famiglie

Diritti ai bonus
Portale delle Famiglie (screen sito Insps)

Dalla home page del sito dell’Inps è facile accedere alla pagina Portale delle Famiglie. Per entrare è comunque necessario inserire le proprie credenziali e dunque utillizare lo Spid, la Carta di identità elettronica o la Carta nazionale dei servizi.

Dopo l’ingresso nel sistema si possono vedere le informazioni sulle prestazioni erogate o che sono corso di erogazione e tutte le informazioni relative ai pagamenti, ai figli minori e all’Isee.

Il Portale delle Famiglie rientra nel Piano nazionale di ripresa e resilienza poiché tra gli obiettivi c’è la digitalizzazione delle infrastrutture tecnologiche soprattutto della pubblica amministrazione: un modo per dare ai cittadini servizi rapidi ed efficienti.

È possibile parlare con un assistente virtuale in quasiasi orario. Per le agevolazioni ci sono anche i simulatori e tra questi c’è anche l’Assegno Unico.

Inoltre si possono avere anche consulenze sull’Assegno temporaneo per i figli minori, sul Bonus asilo nido e l’Assegno di natalità, quindi quelli non inclusi dell’agevolazione unica. Rientrano nella consilenza anche il Bonus baby-sitting e per i centri estivi.

L’integrazione con il sistema Isee e con il Libretto famiglia è un’altra caratteristica del sistema. Si può chiedere un altro Isee o consultare quello che già possiede. Infine il servizio fornire anche suggerimenti per una serie di prestazioni per cui l’utente può fare domanda, qualora non fosse già attiva.