Pensioni maggio 2022, calendario e novità a partire dal mese prossimo

Quando sarà possibile prendere le pensioni del mese di maggio 2022? Di seguito il calendario con la date previste per gli italiani.

Distribuzione pensioni
Distribuzione pensioni (Pixabay)

Anche il mese di aprile sta per giungere al termine e dopo le feste pasquali, si pensa già all’arrivo delle pensioni. Dalla scorsa volta le modalità per prendere la somma di soldi sono cambiate, visto che l’emergenza Covid è terminata.

Poste Italiane, attraverso il comunicato stampa emanato il 21 marzo 2022, aveva annunciato il ritorno alla normalità. Quindi, le pensioni saranno pagate tutte il primo giorno bancabile del mese, che cade lunedì 2 maggio 2022.

Pensioni, il calendario previsto per maggio 2022

Anche a maggio è previsto il pagamento delle pensioni con le regole ordinarie, vale a dire quelle che avevano la valenza prima dell’arrivo del Covid-19. Da adesso in poi, infatti, saranno in vigore le date e il calendario ordinario e sarà possibile ricevere la pensione a partire dal primo giorno bancabile del mese.

Nonostante l’emergenza sanitaria sia terminata, sarebbe meglio evitare assembramenti ed per questo che gli uffici postali hanno stilato un calendario per scaglionare i pagamenti in contanti. Le date previste sono:

  • lunedì 2 maggio: pensionati con cognome dalla A alla B;
  • martedì 3 maggio: pensionati con cognome dalla C alla D;
  • mercoledì 4 maggio: pensionati con cognome dalla E alla K;
  • giovedì 5 maggio: pensionati con cognome dalla L alla O;
  • venerdì 6 maggio: pensionati con cognome dalla P alla R;
  • sabato 7 maggio (mattina): cognome dalla S alla Z.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Tasse esagerate e inflazione alle stelle, Italia verso la fine

Per quanto riguarda le banche non ci sono cambiamenti. Le date non sono state modificate e il calendario è sempre lo stesso. Quindi, dal primo giorno bancabile del mese comparirà sul proprio conto la somma prevista.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Lotta evasione fiscale, ancora problemi con le cessioni dei crediti

Inoltre, sono previste delle agevolazioni per tutti i pensionati nati tra il 1941 e il 1959. Si tratta di supporti riguardanti ai trasporti, bollette, Tari, Prestiti o convenzioni INPS, cinema e teatri e tanto altro ancora. Per avere ulteriori informazioni al riguardo, si consiglia di consultare il sito ufficiale dell’INPS.